contatti    pagina facebook   pagina twitter
HOME Cronaca Provincia Eventi e Società Rubriche Sport Foto Video Contatti
Provincia
Il "niet" da Palazzo Chigi
Post sisma, nessuna proroga per le zone franche
pubblicato il 13 aprile 2017 alle ore 16:31

Basso Mantovano  Doccia fredda nella ricostruzione post-sisma 2012: ieri il Governo non ha approvato, all’interno del Decreto relativo alla Finanza Pubblica, la proroga per le Zone Franche Urbane per i Comuni del Cratere della Lombardia, in particolare, del territorio mantovano. Comprensibile la dura reazione degli esponenti politici che stanno seguendo la ricostruzione, tra cui Marco Carra: «Un fatto molto grave - tuona il deputato del Pd - È pur vero che possiamo inserire la proroga durante l'iter parlamentare, ma su questa questione c'è stata l'approvazione, da parte del Governo medesimo, di un mio specifico ordine del giorno. A questo punto chiedo un impegno serio e concreto perchè tale riconoscimento per il territorio mantovano colpito dal sisma del 2012 avvenga così come è stato per l'Emilia. Le agevolazioni per i commercianti e artigiani dei centri storici dei nostri Comuni mantovani devono essere equiparate a quelle approvate per le zone dell'Emilia, altrimenti rischiamo di tornare all'orgine, quando c'erano terremotati di serie A e di serie B. La proroga delle zone franche urbane costituisce un elemento di riequilibrio con le agevolazioni prorogate per le zone terremotate dell'Emilia. Il lavoro e gli sforzi prodotti fino ad oggi, con un gioco di squadra positivo tra enti locali, parlamentari e regione, deve produrre tutti i risultati necessari per completare il percorso di ricostruzione». Carra comunque non si arrende e conferma che «il nostro impegno per la ricostruzione continua a favore di imprese, piccoli artigiani e commercianti e per questa battaglia chiedo un forte sostegno da parte dei territori». (n.a.)

 

Commenti