contatti    pagina facebook   pagina twitter
HOME Cronaca Provincia Eventi e Società Rubriche Sport Foto Video Contatti
Provincia
Lavori in arrivo a Pegognaga
Nuove scuole, partiti i gruppi di studio
pubblicato il 14 aprile 2017 alle ore 21:07
La ex segeria dove potrebbe sorgere l'edificio

Pegognaga C’è anche l’acquisizione della ex-segheria Zucchi tra le intenzioni dell’amministrazione comunale di Pegognaga al fine di creare uno spazio adeguato ulteriore alle nuove scuole della cittadina laurenziana: lo ha confermato il sindaco  Dimitri Melli, spiegando che un’eventuale acquisizione dell’area, che è contigua a una delle scuole, avverrà «facendo uno sforzo nonostante il bilancio risicato». Questa e altre riflessioni sono state fatte dagli amministratori pegognaghesi (oltre al sindaco gli assessori  Francesca Tellini e  Stefano Cagliari) incontrando i progettisti che stanno portando avanti lo studio nell’ambito di quella progettazione partecipata che l’amministrazione ha messo in campo affinchè le modifiche al volto di Pegognaga siano funzionali rispetto alle aspettative dei cittadini. Un metodo di lavoro già sperimentato con buoni risultati nella ristrutturazione del municipio e che il Comune vuole raggiungere anche nell'ambito della progettualità, finanziata dalla Regione, che partendo dal recupero e ristrutturazione dei due edifici scolastici della scuola primaria di via Roma, lesionati dal sisma del 2012, va inevitabilmente a cointeressare l'intera viabilità del capoluogo, i cui oneri sono invece a carico della comunità pegognaghese, tanto più che, pressoché in contemporanea, dovrebbe partire anche il cantiere della nuova chiesa parrocchiale. Dice Melli: «Questa é l'occasione del secolo per elevare la vivibilità del nostro paese, rendendolo più moderno e più funzionale. Ciò significa  dotarlo di una vera e propria cittadella, o campus, della cultura, connessa ad una radicale rivisitazione della viabilità urbana. Per realizzare ciò é fondamentale la progettazione partecipata della stessa popolazione, corresponsabilizzandola nelle scelte progettuali. Si tratta infatti di ridisegnare il volto della Pegognaga per i prossimi cinquant'anni». Di qui l'indizione di una serie d'incontri con le varie categorie, a cominciare da operatori scolastici, genitori, attività produttive, ma anche semplici cittadini. Buona la compartecipazione dei convocati. Seguiranno altri incontri. A questo punto é inevitabile una domanda: come conciliare le esigenze delle varie categorie e nella fattispecie di genitori e ancor più di personale docente, portatore di didattica e metodologie, che richiedono una tipologia di edilizia  oltremodo diversa da quella originata  un secolo fa dalle esigenze di didattica e metodologie oggi non più proponibili, e anche a fronte della necessità di rispettare vincoli architettonici strutturali? Ecco la prima grande scommessa alla quale deve trovare la soluzione ottimale l'équipe di progettisti ai quali é stato affidato lo studio: Vincenzo Sidoti, architetto direttore tecnico e scientifico, Jlenia Allevi, architetto esperto di lavori partecipati e focus group, Simone Senzacqua, ingegnere esperto d'ingegneria sismica. (n.a.)

Commenti