contatti    pagina facebook   pagina twitter
HOME Cronaca Provincia Eventi e Società Rubriche Sport Foto Video Contatti
Rubriche
E-commerce e vendite tradizionali nel mercato cosmetico italiano
pubblicato il 24 luglio 2017 alle ore 09:52

E-commerce e vendite tradizionali nel mercato cosmetico italiano

La trasformazione digitale a livello globale ha provocato un profondo cambiamento nell'assetto distributivo dei prodotti cosmetici in Italia. Se prima la vendita dei cosmetici e dermocosmetici avveniva prevalentemente presso i punti vendita presenti sul territorio e in piccola parte sul web, oggi il principale canale di fruizione di questi prodotti da parte dei consumatori è proprio internet. 
In Italia, l'implementazione degli e-commerce nelle metodologie commerciali di questo segmento di mercato ha contribuito alla crescita nelle vendite dei prodotti cosmetici. Il crescente interesse per il commercio elettronico ha indotto le aziende ad adeguare le proprie strategie di vendita alle attuali esigenze dei consumatori, i quali si mostrano sempre più inclini ad acquistare prodotti di cosmetica online, sui siti web. Nel 2016, anno in cui l'e-commerce italiano registra un trend di crescita più che positivo, gli acquirenti online di prodotti cosmetici sono aumentati del 18%. Il canale di acquisto prediletto dagli utenti è il sito web (89%), ritenuto più affidabile rispetto alle applicazioni (11%). 
Il trend di crescita del settore italiano dei cosmetici è in forte controtendenza rispetto ad altri segmenti produttivi nostrani: stando ai dati emersi dal Beauty Report 2016, un rapporto sull'analisi del settore e dei consumi cosmetici nel Bel Paese, il fatturato del settore della cosmesi ha superato i 10 miliardi di euro, complici le massicce esportazioni per un valore pari a 3,8 miliardi di euro. Se pensiamo che il 60% dei cosmetici venduti nel mondo provengono proprio dall'Italia, non stupisce che il settore italiano dei cosmetici faccia da traino per l'economia del paese. Per quanto concerne il mercato interno, si registra una crescita pari al +1,4% per un valore di 9,8 miliardi di euro di prodotti acquistati. 
Complice della crescita del settore anche il tipo di rapporto che i consumatori hanno con i prodotti cosmetici, ritenuti dalla maggior parte indispensabili per la cura quotidiana della persona. Da un lato il settore cosmetico ha saputo connettere efficacemente impresa e mercato attraverso la trasposizione delle attività commerciali nel mondo digitale. In più, le imprese di questo comparto hanno saputo interpretare i bisogni e le richieste dei consumatori, oggi sempre più sensibili ai temi ambientali ed inerenti alla sostenibilità ambientale. 
E-commerce, innovazione e specializzazione sono le parole chiave da ricordare. Tra le aziende di medie dimensioni che nascono come e-retailer e che, per certi versi, sono tra le più competitive, vogliamo citare Ebranditalia, un produttore e venditore all'ingrosso e al dettaglio di cosmetici professionali Made in Italy con formulazioni particolari: è il caso degli smalti semipermanenti proposti dall'azienda, i quali presentano una formulazione anallergica, acid free e priva dei solventi tipici degli smalti qui il catalogo degli smalti semipermanenti ideati con questa innovativa formulazione. Un altro valido esempio è costituito dall'impresa italiana di cosmetici Neve Cosmetics, specializzata in cosmetici con formula silicone-free vegetariana e vegana. (Consultare altri nomi di aziende da qui)
La crescita non ha coinvolto solamente gli e-commerce, il cui fatturato è cresciuto del +1800% in 5 anni, ma anche i negozi monobrand e le vendite a domicilio. Nel 2015, il settore ha registrato una crescita complessiva dell'1,4%.

[fonte dati https://www.cosmeticaitalia.it/export/sites/default/centro-studi/beauty-report/BR_2016_sintesi.pdf]


In questo scenario, emerge molto bene il ruolo determinante dell'e-commerce come elemento anti-crisi per l'economia del Bel Paese. Dai dati forniti dall'osservatorio Netcomm, che monitora la situazione degli e-commerce italiani, è emerso il reale potenziale del settore: del totale degli utenti dediti agli acquisti online, il 16,2% è acquirente online di cosmetici, che si traduce in quasi 5 milioni di persone. 2 utenti su 3 sono donne, mentre 1 utente su 2 ha un'età che oscilla tra i 25 ed i 44 anni. Ciò che induce i consumatori ad acquistare cosmetici su internet è principalmente la convenienza della modalità di acquisto online: il 29,4% predilige comprare sul web per una questione legata ai prezzi, il 27,1% per beneficiare delle offerte speciali, il 21,3% per la presenza in rete di articoli particolari ed il19,6% per l'ampio ventaglio di scelta che gli e-commerce offrono rispetto ai negozi.

[fonte utilizzata: www.consorzionetcomm.it/ImagePub.aspx?id=359216]

Commenti