contatti    pagina facebook   pagina twitter
HOME Cronaca Provincia Eventi e Società Rubriche Sport Foto Video Contatti
Sport
Calcio Serie D
Il Mantova al lavoro a Toano
pubblicato il 5 agosto 2017 alle ore 10:52

Toano (Re) Da Cagli a Toano è tutto un altro vivere. Il caldo torrido e l’afa opprimente che il Mantova ha respirato per una settimana nelle Marche hanno lasciato il posto al clima più gradevole dell’appennino reggiano. A 800 metri d’altitudine, i biancorossi hanno sostenuto ieri le prime due sedute in terra d’Emilia. Ventiquattro i giocatori a disposizione di  Renato Cioffi (uomo di carattere che non lesina sonore ramanzine a chi sbaglia qualche movimento). Di questi, però, solo 11 hanno raggiunto un accordo (sia pur verbale) col club di viale Te: i portieri  Raoul Lombardo (’94) e  Francesco Scavo (’98); i difensori  Renato Ricci (’91),  Domenico Todisco (’98) e  Lorenzo Negro (’97); i centrocampisti  Filippo Baldinini (’87),  Tommaso Saccavino (’99),  Pio Crisci (’98),  Antonio Tedesco (’98); gli attaccanti  Roberto Felici (’86) e  Samuele Fulvi (’98). Del gruppo non fan più parte  Cosenza e  Gagliardi, a quanto pare trattenuti dalla nostalgia di casa. Per contro dovrebbero presto aggiungersi due elementi della Berretti dello scorso anno, già al lavoro a Toano: l’attaccante  Devid Gabrieli e il centrocampista  Niccolò Rigon, entrambi classe ’99. Gli altri 11 arruolati per il ritiro reggiano sono perlopiù ragazzi in prova, alcuni dei quali destinati nei prossimi giorni a cedere il posto ad altri giovani da provinare. Ma non mancano le sorprese. Come il difensore  Alessandro Vecchi, già al Mantova dal 2012 al 2014, reduce da tre stagioni al Lentigione (con breve intermezzo a Grosseto). O  Mirko Bellodi, che per due giorni riveste i panni del preparatore dei portieri per sostituire  Andrea Panico (tornato momentaneamente a casa per problemi familiari).
Intanto, tra un allenamento e l’altro, è sempre attivo il mercato. Ieri sera incontro tra l’ad  Nicola Penta e il procuratore dell’esperto difensore  Alex Marini (’83): filtrava ottimismo, oggi ne sapremo di più. Non altrettanta fiducia su  Marco Spinosa (’91), trequartista del Forlì atteso ieri in ritiro: l’accordo non è stato ancora trovato. E mentre il ds  Rino D’Agnelli annuncia che si sta lavorando per una prima punta molto forte, rispunta per le corsie esterne un altro nome noto:  Andrea Bandini, al Mantova la scorsa stagione. Solo un’idea per ora. Una delle tante.

Redazione Sport
Commenti