Sport
Calcio serie D
Il Mantova aspetta Palazzi a Toano
Oggi test in famiglia sotto gli occhi del sindaco. Mercato: preso il difensore centrale Giovanni Conti
pubblicato il 5 agosto 2017 alle ore 22:04
immagine
Il Mantova aspetta Palazzi a Toano

Toano Anche ieri una doppia seduta di allenamenti per la formazione virgiliana. Tanto lavoro fisico, per mettere benzina nelle gambe e per iniziare a lavorare su qualche aspetto tecnico. Tanto caldo, oggi dovrebbe arrivare anche sui monti un po’ di fresco e il lavoro diventerà meno pesante. Mister Renato Cioffi in queste settimane di lavoro torchierà i suoi per cominciare ad alzare l’asticella e vedere chi dei tanti in prova, ma anche tra i giocatori più esperti si può giocare le possibilità di vestire la maglia del Mantova anche la prossima stagione. Oggi in altura potrebbe esserci una partitella in famiglia, ma sarà un semplice test di allenamento, niente di più. «Per le amichevoli dobbiamo aspettare - spiega Penta -. Siamo ancora troppo pochi e non ci sono abbastanza giocatori. Ne arriveranno sicuramente, stiamo portando avanti delle trattative, ma credo che le prime partite le vedremo dopo il ritiro di Toano». Si parlava di due amichevoli con il Castelvetro e con la Primavera del Carpi. «Abbiamo anche contattato il Milan - ha detto Penta e faremo un’amichevole con la Primavera di Gattuso». Un bel test che richiamerà l’attenzione di molti tifosi e addetti ai lavori. Intanto oggi a Toano potrebbe fare un salto anche il sindaco Mattia Palazzi, che ieri si trovava a Firenze per lavoro e oggi, tornando, potrebbe fermarsi a salutare la squadra. Sarà anche l’occasione per incontrare la dirigenza che oggi dovrebbe essere tutta radunata in ritiro. Si dovrà discutere di tanti aspetti: dalle questioni tecniche-sportive, agli aspetti societari, per la gestione del club. In ballo ci sono accordi da prendere per la questione stadio ed anche per questo, la presenza di Palazzi, potrebbe essere determinante. Dovrebbero essere presenti anche Di Tanno, Pecchini e anche altri soci del club di viale Te.

La società è al lavoro per cercare di chiudere le prime trattative di mercato. Quella di ieri doveva essere la giornata di Spinosa, ma il giocatore ex Forlì è finito alla Massese. Ancora in standby la trattativa per Marini. Anche ieri l’ad biancorosso ha setacciato il terreno con il giocatore e con l’agente per trovare l’accordo, che potrebbe arrivare a ore. Per il resto è ancora tutto in alto mare, nel senso che le trattative non mancano, ma per chiudere ci vorrà ancora tempo. Anche ieri tanti i giovani messi in prova per vedere se hanno le caratteristiche giuste per vestire la maglia del Mantova. Ieri intanto è stato trovato l’accordo con il difensore centrale Giovanni Conti, classe ‘83. Negli ultimi due anni ha disputato 50 gare e 2 gol in serie D con le maglie del Torrecuso e del Picerno. Prima ancora ha giocato nell’Isola Liri. Il giocatore è già in ritiro e si aggiunge alla lista degli 11 giocatori, già confermati nella giornata di venerdì dalla dirigenza e che dopo l’iscrizione metteranno nero su bianco ai rispettivi contratti. Il nuovo Mantova prende forma, si aspetta il nome altisonante, il bomber di razza che possa far fare il salto di qualità. Tanti i giocatori in circolazione e in cerca di un contratto. Il mercato del sud, visto anche il passato del tecnico, sembra essere il serbatoio prescelto per andar a caccia di talenti.

Redazione Sport
Commenti