contatti    pagina facebook   pagina twitter
HOME Cronaca Provincia Eventi e Società Rubriche Sport Foto Video Contatti
Sport
Calcio Eccellenza
"Governolese, non poniamoci limiti”
Grande entusiasmo al raduno dei Pirati
pubblicato il 5 agosto 2017 alle ore 22:08

Governolo  Parte l’avventura della Governolese, sul campo di Castelletto Borgo, agli ordini di mister  Marco Bresciani, new entry nel Mantovano dopo la stagione condotta sulla panchina dell’Orsa Iseo. Dopo la consegna del materiale al mattino a Governolo, nel pomeriggio, dopo un pranzo all’agriturismo “Albero del latte” di Bagnolo, la squadra si è radunata agli ordini di mister  Marco Bresciani sul terreno di Castelletto Borgo.
«Dalla squadra mi aspetto disponibilità a lavorare, a sacrificarsi - ha detto il tecnico - bisogna far fatica se si vogliono conseguire gli obiettivi. Quali sono? La società è ambiziosa, siamo consapevoli che ci sono degli avversari importanti, poi sarà sempre il campo a valutare il nostro lavoro. C’è una componente di fortuna, una componente di abilità, tantissimi aspetti che determineranno la nostra posizione in classifica. La squadra? E’ completa così. Abbiamo perso Perdichizzi ma non c’è fretta di sostituirlo, anche perchè prima voglio valutare i ragazzi aggregati dalla juniores. Se c’è l’opportunità interverremo». 
«Importante fare gruppo, conoscersi bene, innanzitutto - dice capitan  Davide Micheloni, che quest’anno avrà sempre il “10” sulla maglia (i numeri sono fissi, come da tabella  ndr) - le qualità secondo me ci sono, anche perchè rispetto all’anno scorso davanti abbiamo quel qualcosa in più che ci mancava. Gli arrivi di  Berta, Bianchetti, Chiarini e  Mariani, ci danno un’iniezione di esperienza di categorie superiori e di personalità, che è quella che serve. Il gruppo è stato ampiamente ringiovanito, io sono il più vecchio e ho 29 anni. L’allenatore? Lo ritengo adatto alla piazza, è uno sanguigno che non le manda a dire. Non ci poniamo limiti, vogliamo sicuramente migliorare la classifica dello scorso anno, magari restare nella parte sinistra della classifica. Non abbiamo però l’assillo di vincere. Dobbiamo migliorare partita dopo partita. Le avversarie più temibili? Sono Brusaporto, Orceana, Adrense, la Calvina di Triglia».
Due battute anche per patron  Marzio Guernieri che osserva da lontano il lavoro dei suoi: «Abbiamo fatto gli sforzi giusti per costruire una buona rosa: non facciamo proclami, ma il nostro obiettivo è quello di crescere ancora».  (gluc)

Redazione Sport
Commenti