contatti    pagina facebook   pagina twitter
HOME Cronaca Provincia Eventi e Società Rubriche Sport Foto Video Contatti
Sport
Calcio
Castel d'Ario e San Lazzaro, tocca a voi
Primo giorno di lavoro per due "big" di Promozione
pubblicato il 6 agosto 2017 alle ore 23:05
Cobelli (San Lazzaro)

Mantova  Oggi iniziano a lavorare due delle mantovane ai nastri di partenza del campionato di Promozione: Castel d’Ario e San Lazzaro. I bianconeri si presentano come la capofila delle virgiliane in categoria (le altre, lo ricordiamo sono Casalromano, Asola e Sporting Club e si raduneranno in settimana), per un mercato importante e mirato a migliorare un organico che l’anno scorso aveva raggiunto la salvezza. Ha cambiato qualcosa anche il San Lazzaro, che dopo un torneo molto positivo, pur avendo fallito nel finale di stagione i play off, tiene i piedi per terra e si preoccupa di mantenere senza patemi una categoria importante per la società biancoceleste. 
«Il mercato è stato condotto al meglio e secondo me la rosa è competitiva - dice il direttore sportivo casteldariese  Rudy Tavernelli -. La società è ambiziosa, e io sono fiducioso in questo gruppo, anche se poi, come al solito, tutto andrà confermato sul terreno di gioco, quando si comincerà a fare sul serio. Nel calcio le variabili sono tante: nel nostro caso in primis viene l’amalgama di un gruppo che ha cambiato moltissimi effettivi, poi c’è anche la fortuna e la bravura dell’allenatore nel far rendere al meglio ciò che gli abbiamo messo a disposizione. La nostra squadra è un mix di esperti di ottimo livello e di giovani di qualità. Vogliamo fare una stagione da protagonisti e mi pare che ci siano tutti i presupposti, anche se non ci illudiamo: la concorrenza è folta e molto competitiva». Assenti per le prime sgambate il portiere  Giovanni Offer, ancora in luna di miele, mentre l’albanese  Patozi si aggregherà attorno a Ferragosto. Qualche giorno di riposo ulteriore anche per  Bertolazzi. Tutti gli altri cominceranno a lavorare oggi agli ordini di  Marco Goldoni.
«L’anno scorso siamo stati bravissimi ad essere i primi degli “umani” in una categoria che ha visto volare due formazioni fuori portata - ha detto il manager del San Lazzaro Alessandro Cobelli alla vigilia del primo raduno dei cittadini -. Quest’anno non ci sono squadre ammazzacampionato, o almeno non sembra così ai nastri di partenza. Forse solo il Montichiari sembra avere qualcosina in più rispetto a tutte le altre. Dal canto nostro non dobbiamo però pensare di ripetere facilmente lo scorso campionato: l’obiettivo primario sarà la salvezza. Proprio perchè il torneo è più equilibrato, le insidie si moltiplicheranno. Dobbiamo attuare la politica dei piccoli passi: il nostro è un gruppo giovane che si è parzialmente rinnovato, ma che deve avere sempre quella fame e quella voglia di vincere che ci ha caratterizzato nel torneo scorso. Ma il primo step è quello di avvicinarci il prima possibile alla salvezza. Se poi riusciremo a ripetere il miracolo dello scorso anno, tanto di guadagnato».

Redazione Sport
Commenti