contatti    pagina facebook   pagina twitter
HOME Cronaca Provincia Eventi e Società Rubriche Sport Foto Video Contatti
Cronaca
Aggressione tra i tavoli dell’estivo del pub di via Calvi
Tre ragazze in avanscoperta
pubblicato il 10 agosto 2017 alle ore 11:47
T-shirt del gruppo punk Cock Sparrer “pretesto” per l’aggressione

Mantova Ad andare in avanscoperta nel locale di via Calvi in cui è poi avvenuta l’aggressione, sono state tre ragazze arrivate poco prima insieme a un gruppetto di skinheads. Le tre giovani sarebbero state anche le più agguerrite, pronte a lanciare bottiglie e sedie per coprire la ritirata dei loro amici dopo l’aggressione al 30enne. Ma non è questa l’unica novità che emerge dai racconti di chi ha assistito all’episodio di sabato scorso; infatti se la Polizia assicura che il commando di militanti di estrema destra era composto esclusivamente da mantovani, otto persone in tutto, ciò non esclude il coinvolgimento di frange dell’estremismo violento di altre province. Alcuni degli aggressori, ad esempio, indossavano t-shirt del Fronte Veneto Skinheads, e la pista veronese resta comunque calda anche in assenza di elementi veneti nel commando. Ci sarebbe poi una “pista cremonese” legata a una frase che il 30enne preso a pugni ha scritto sul proprio profilo facebook: solidarietà per un episodio che riguarda i militanti dei centri sociali di Cremona.

Commenti