contatti    pagina facebook   pagina twitter
HOME Cronaca Provincia Eventi e Società Rubriche Sport Foto Video Contatti
Sport
Calcio Eccellenza
Castellana-Governolese: è il giorno del derby
pubblicato il 7 ottobre 2017 alle ore 21:57

Mantova La partita delle partite: oggi al Comunale di Castel Goffredo si sfidano le due mantovane di Eccellenza, che attraversano momenti diversissimi. Seppure reduci da due sconfitte, la Castellana e la Governolese, infatti, hanno una classifiche diametralmente opposte. Ancora al palo i padroni di casa, che hanno perso tre partite su tre (nel primo turno avevano, come è noto, riposato), tra le big i Pirati, che tre ne hanno vinte e una l’hanno persa, rimanendo nei quartieri alti della graduatoria del girone C. 
«Partite facili non ce ne sono, mai - afferma risoluto il tecnico della Governolese  Marco Bresciani -, i derby poi sfuggono ad ogni logica. I nostri avversari hanno perso tutte le partite, ma sono giovani e si sa: una formazione giovane può dimenticare in fretta le sconfitte.  E poi non possono perdere tutte le partite all’infinito: contro di noi potrebbero avere anche qualche motivazione in più. Per questo non dobbiamo commettere l’errore di sottovalutarli. Dobbiamo avere il giusto atteggiamento, essere sempre concentrati, domenica scorsa nonostante la sconfitta la prestazione c’è stata. Bisogna continuare a giocare con la solita voglia, e i risultati alla lunga arriveranno, ne sono fermamente convinto». Per quanto riguarda l’undici iniziale un punto di domanda riguarda bomber  Badalotti, acciaccato da una decina di giorni per i postumi del match con la Luisiana: per i medici è perfettamente guarito, ma il tecnico potrebbe non rischiarlo. In questo caso ci potrebbero essere degli aggiustamenti nella formazione iniziale. Qualora non ci fosse Badalotti, probabile uno schieramento a tre davanti con Ghirardi e Berta supportati da Mazzocchi, libero di svariare tra centrocampo e attacco. Se invece ci fosse Badalotti, si passerebbe al 3-5-2 con l’ingresso di Andrea  Pini in mediana ad infoltire la pattuglia centrale. Come sempre accade per mister Bresciani, la notte porterà consiglio.
Qualche dubbio di formazione anche per  Francesco Vincenzi, che dovrà sicuramente fare a meno di  Gianandrea Pini, ma a rischio ci sono anche  Felchilcher e  Masserdotti. Rientra in organico  Calzoni, dopo la squalifica e l’infortunio.
«Giochiamo contro una formazione costruita per vincere, non sarà facile venire a capo della Governolese, compagine con tanti elementi di qualità - osserva il tecnico goffredese -. Un pizzico di fortuna? Quella la lascerei perdere, da un mese ci dicono tutti che siamo bravi ma sfortunati. I punti ce li dobbiamo guadagnare, costi quel che costi. Il vento deve cambiare anche per noi. Dobbiamo buttare in campo il nostro grande entusiasmo, quello che si vede negli allenamenti, e limitare gli errori, perchè i nostri avversari hanno degli elementi in grado di farci molto male. Spero di recuperare Masserdotti e Felchilcher, ero pronto a schierarli sin dall’inizio, ma hanno avuto dei problemi muscolari in settimana. Deciderò poche ore prima della gara, sono due giocatori importanti per noi, che ci permetterebbero di avere soluzioni diverse e maggiore imprevedibilità in una gara come questa».
Anche il modulo è un’incognita: con Felchilcher i biancocelesti potrebbero giocare con il 4-4-1-1, se invece il talentuoso giocatore non dovesse farcela, possibile una riedizione del 4-3-2-1 visto domenica scorsa nella partita contro la Bedizzolese.

Redazione Sport
Foto
Commenti