Cronaca
Par condicio: centrodestra unito
Illegale l’apologia del Duce? Allora anche del comunismo
pubblicato il 13 ottobre 2017 alle ore 11:25
immagine
Arrivo a Vorkuta, uno dei più terribili gulag sovietici

Mantova Se il centrosinistra muove Fiano, il centrodestra cerca di muovere il senso di par condicio e fa leva su un precedente in Comune di Soragna: sia dichiarato illegale anche il comunismo. A chiederlo attraverso una mozione sono le opposizioni consiliari di via Roma al completo, da Forza Italia a civica Bulbarelli e a Lega nord più Lega dei popoli. Tutti insomma per spingere il sindaco ad avanzare presso il parlamento la richiesta di emendare la legge 293-bis, inserendo nel testo di quell’articolato, già approvato alla Camera, oltre a «del partito nazionalsocialista tedesco» anche «del partito comunista della repubblica popolare cinese (Pcc) e del partito comunista dell’Unione Sovietica (Pcus)». Insomma, siamo al contraltare della mozione del consigliere della Sinistra italiana Fausto Banzi (che chiede la revoca della cittadinanza onoraria a Mussolini, conferitagli da Mantova nel 1924); questa volta una frangia di consiglio, e sia pure di minoranza bussa alla porta del sindaco per la messa al bando dell’ideologia comunista.
 

Commenti