Cronaca
Trenta giovani volontari e un restauratore bloccati “dalla burocrazia”.
Vogliono pulire gratis Virgilio. Permesso non concesso
pubblicato il 17 ottobre 2017 alle ore 10:48
immagine
Gli imbrattamenti del monumento virgiliano

Mantova Sono tutti volontari e tutti giovani. Eppure, benché giovanissimi, soffrono dei mali che la memoria storica della città non sembra voler curare. Si sono costituiti in associazione (ancora non riconosciuta) per ripulire dagli imbrattamente dei graffitari il monumento di Virgilio nell’omonima piazza. Sembrava un’offerta da cogliere al volo per le amministrazioni, e soprattutto per la Sovrintendenza ai beni
artistici, ma così non è stato. Sono andati in Comune, il quale non ha potestà per mettere mano a un monumento (ma nemmeno ai sassi di una via acciottolata) se prima piazza Paccagnini non dia la necessaria autorizzazione. E così “Gli amici di Mantova”  vengono sbattuti da un ufficio all’altro, senza poter capire nemmeno se potranno mai lavare le scritte fatte con bombolette spray dai soliti vandali sui marmi che coronano la statua del sommo poeta. Si erano dati due impegni: trovare un restauratore professionale che seguisse e dirigesse i lavori, e portare a compimento il lavoro entro ottobre.

Commenti