Cronaca
Torna Mantovateatro
Jean Genet al Sociale con “Le Serve”
pubblicato il 13 novembre 2017 alle ore 12:06
immagine

Mantova Questa sera varcherà le porte del Teatro Sociale una favola nera, come l’ha definita il regista Giovanni Anfuso, fatta di atmosfere cupe e tetre che schiacciano lo spettatore, facendo emergere le tensioni e le nevrosi più nascoste dell’essere umano in maniera esagerata e paradossale. Si crea così un gioco estremo e grottesco che, ora della fine, risulta involontariamente comico. “Le Serve”, scritto nel 1947 da Jean Genet ed ispirato ad un evento di cronaca che impressionò enormemente l’opinione pubblica francese, è considerato uno dei capolavori del drammaturgo, una perfetta macchina teatrale in cui il gioco del teatro nel teatro è svelato per mettere a nudo la menzogna della scena, con una struttura che scava nel profondo. Una lingua colta e letteraria descrive e accompagna la storia di due sorelle, Claire e Solange, serve dall’aspetto inquietante interpretate da Anna Bonaiuto e Manuela Mandracchia, che vivono un rapporto di amore e odio nei confronti della loro padrona, la bella ed elegante Madame, Vanessa Gravina.
 

Commenti