Cronaca
Il sindaco oggi davanti al pm
Palazzi, il giorno più lungo
pubblicato il 28 novembre 2017 alle ore 11:33
immagine
Il sindaco è rientrato ieri in città

Mantova L’ora X dovrebbe essere nel primo pomeriggio di oggi, quando il sindaco di Mantova Mattia Palazzi, si presenterà in procura accompagnato dai suoi difensori, l’avvocato Paolo Gianolio e l’avvocato Silvia Salvato per essere interrogato dagli inquirenti sulla vicenda che lo vede indagato per tentata concussione continuata. In questo sex- gate alla mantovana, secondo l’accusa, il sindaco avrebbe intrattenuto per circa un anno un carteggio virtuale fatto di messaggi con una donna che è vicepresidente di un’associazione. Il ritorno di Mattia Palazzi in via Roma non è dato a brevissimo termine. Proprio ieri il vicesindaco Giovanni Buvoli – che regge le fila della maggioranza e il governo dell’ente in assenza del titolare – ha incontrato i tre dirigenti coordinatori Ernesto Ghidoni, Carmine Mastromarino e Annamaria Sposito, assieme agli assessori Iacopo Rebecchi, Andrea Murari, Andrea Caprini e Nicola Martinelli per dare indicazioni sulle prossime scadenze e assicurare la massima continuità ed efficienza dell’azione amministrativa. Un segnale, appunto, che i più leggono come il presupposto di un periodo indeterminato di “vacatio regis”. Proprio ieri, nella imminenza della commissione bilancio tenutasi in aula consiliare, le forze di opposizione hanno tardato a intervenire poiché intrattenute dall’inviato del “Fatto Quotidiano” chiamato sembra, da uno stesso consigliere di Forza Italia: quel Giuliano Longfils su cui grava il sospetto dei colleghi di maggioranza quale autore dell’esposto alla Procura che ha scatenato il putiferio.

Commenti