Cronaca
Proseguono gli interrogatori di persone informate dei fatti
Palazzi-gate: l’indagine si allarga ad altre associazioni
pubblicato il 1 dicembre 2017 alle ore 11:49
immagine
Il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, martedì scorso dopo il suo primo interrogatorio in procura

Mantova Si allargano ad altre associazioni cittadine le indagini che vedono il sindaco di Mantova Mattia Palazzi indagato per tentata concussione continuata. In questi ultimi giorni i carabinieri del Nucleo Investigativo, che conducono le indagini coordinate dalla procura di Mantova, hanno sentito diverse persone informate dei fatti, e tra queste anche la presidente di un’altra associazione cittadina, la quale, al termine di un faccia a faccia con gli investigatori durato oltre quattro ore si sarebbe vista sequestrare il cellulare per ulteriori accertamenti d’indagine. Un’indagine che sarebbe nata da altro che un esposto specifico sui fatti che vengono ora contestati al sindaco. All’origine di questo sex- gate alla mantovana ci sarebbe una guerra nemmeno troppo sotterranea tra associazioni a caccia di fondi comunali, che soprattutto con l’anno di Mantova Capitale Italiana della Cultura sono stati più che abbondanti visti gli stanziamenti arrivati da Roma per i vari eventi. Tanti soldi, tante richieste, non tutte soddisfatte. Il tam-tam tra le varie associazioni è iniziato sui social, al punto che pare che tutta l’indagine sia partita da accertamenti per una diffamazione via web.

Commenti