Cronaca
Indagato un 37enne mantovano
Chat a luci rosse con una bimba
pubblicato il 4 dicembre 2017 alle ore 11:35
immagine

Mantova In casa aveva 52 video compromettenti ricavati da collegamenti in chat con ragazze minorenni avvenuti tra lo scorso settembre e venerdì scorso, quando è scattato il blitz della Polizia Postale di Mantova. A portare gli agenti a casa di un 37enne di città è stata una segnalazione arrivata dagli Stati Uniti ad opera dell’Fbi, dove risultava un collegamento del mantovano in una chat a luci rosse con una bambina di otto anni. Come sia finita in una chat del genere una bambina di soli otto anni è ora materia d’indagine per gli agenti federali statunitensi, visto che riguarda una minorenne che abita nello stato della Georgia. I guai per M. F. , 37 anni, operaio, celibe e residente in città, riguardano invece le accuse di pornografia minorile e detenzione di materiale pornografico con minorenni (articoli 600 ter e quater del codice penale) che gli vengono contestate dalla procura presso il Tribunale dei Minori di Brescia. 

Commenti