Cronaca
Analisi in corso su 11 supporti informatici sequestrati al sindaco e ad altre persone
Tre periti setacciano i Palazzi-files
pubblicato il 5 dicembre 2017 alle ore 11:40
immagine
Il sindaco Mattia Palazzi con i suoi avvocati in procura lo scorso 28 novembre

Mantova A ciascuno il suo: tre periti per 11 dispositivi. Tanti sono infatti tra smartphone, tablet, computer portatili e fissi i supporti che da ieri sono passati al setaccio dai tre periti nominati dalle parti coinvolte nella vicenda che vede il sindaco di Mantova Mattia Palazzi indagato per tentata concussione continuata. Si tratta di dispositivi sequestrati oltre che a Palazzi e alla presunta vittima della tentata concussione, anche ad altre persone coinvolte in questa vicenda senza essere né vittime né a loro volta indagate. Le operazioni di copia e back-up dei dispositivi sono iniziate ieri a Brescia nello studio del consulente della procura Andrea Valeri , alla presenza degli altri periti di parte, Carlo Spada per la difesa del sindaco Palazzi, e Yuri Zani, nominato dall’avvocato Davide Pini che assiste la presunta vittima di questa vicenda. I periti hanno due settimane di tempo per completare la perizia, con la possibilità di ottenere una proroga. Di fatto già nelle giornata odierna le operazioni tecniche dovrebbero essere completate.

Commenti