Sport
Il virgiliano della Vecomp: “Rispetto all’andata sarà una gara differente”
Manarin: “Scusa Mantova, ma se segno esulto”
pubblicato il 5 gennaio 2018 alle ore 14:28
immagine
Un’estate fa - Manarin affrontato da Moi nella partita d’andata

Mantova - Per Luca Manarin, attaccante mantovano in forza alla Vecomp, si rinnova la sfida contro la squadra della sua città. Da due stagioni è alla corte di mister Gigi Fresco. Nella passata stagione 26 presenze e 8 gol. Quest’anno, solo dopo il girone d’andata, ha già raggiunto la doppia cifra, con 10 marcature. «Per me è senza dubbio una stagione positiva. Mi auguro che sia l’anno della consacrazione. La gavetta l’ho fatta e mi sento pronto per il salto di categoria». Virtus al comando, ma con il fiato sul collo delle avversarie, che sono lì attaccate: «E’ un campionato durissimo - spiega - con tante squadre che insieme a noi possono ambire alla vittoria finale. Tra tutte, credo che l’Arzignano sia la più attrezzata, ma attenzione al Mantova». Sette i punti di distacco con i biancorossi e l’attaccante degli scaligeri avverte i suoi: «Rispetto alla gara d’andata sarà un’altra storia, per tanti motivi. Il Mantova ha cambiato tanti giocatori e sinceramente non mi aspettavo così tanti avvicendamenti. Sono arrivati dei giocatori importanti che hanno militato in categorie superiori come Raggio Garibaldi e Guazzo. Anzi, se dovessi togliere un giocatore ai biancorossi, toglierei proprio Guazzo. E’ un attaccante esperto che può mettere in difficoltà chiunque». Legami molto stretti per l’ex biancorosso con l’ambiente di viale Te: «Ho giocato molti anni nel settore giovanile, poi quell’esperienza in prima squadra. «Conosco bene Raggio Garibaldi e in questi giorni gli scriverò. Cosa? Che vinca il migliore». E in caso di gol? «Se dovessi segnare sarei davvero in difficoltà, perchè del Mantova ho il massimo rispetto, ma per noi questi tre punti sarebbero fondamentali, in vista dei prossimi scontri diretti. Potrei esultare non so». Nessun pronostico dunque: «E’ una gara da tripla». A seguire il match ci sarà sicuramente anche il padre, Giuseppe Manarin. Anche per lui una lunga esperienza con la maglia del Mantova, tra giovanili e prima squadra: «Ci sarà sicuramente e spero che tifi per me».

Tommaso Bellini

 

 

Commenti