Rubriche
Il Meteo - Previsioni quasi autunnali più che invernali
Nuvole e temperature miti per la Befana
pubblicato il 5 gennaio 2018 alle ore 20:45
immagine
Veduta autunnale del lago

Mantova - Nuvole, scirocco e temperature miti nella calza della Befana. Al termine di una settimana tutto sommato buona, forti correnti occidentali stanno creando i presupposti per la formazione di una grande depressione ad ovest dell'Italia, in pieno Mediterraneo. Da domani, 6 gennaio, tale figura inizierà a richiamare verso l'Europa meridionale imponenti correnti sciroccali che, oltre ad alzare le temperature in Valpadana daranno vita ad una fase di maltempo tra domenica e lunedì, soprattutto sulla Valpadana occidentale. Nella parte orientale della Valpadana il peggioramento sarà molto più blando e con pochissime precipitazioni. Su tutto, la prospettiva di un tipo di tempo più autunnale che invernale, con temperature fino a 8 gradi in più rispetto ai valori medi dell'attuale periodo, che dovrebbe essere in definitiva il più freddo dell'anno. Il tempo di domani, 6 gennaio, assomiglierà molto a quello di oggi: cielo coperto, leggero vento di scirocco, minime sui 6 gradi e massime attorno ai 10/11 gradi. Ulteriore aumento termico domenica, con massime sui 12/13 gradi con vento di scirocco e cielo grigio; proprio domenica cresceranno le probabilità di pioggia, specie nel pomeriggio, limitate però a deboli pioviggini. Le piogge saranno più probabili lunedì, anche se al momento le quantità paiono esigue.  La pioggia sarà molto più abbondante in Piemonte e nella Lombardia occidentale, qui infatti lo scirocco arriva con più fatica. Il gennaio 2018 non dovrebbe quindi assomigliare a quello molto rigido dell'anno scorso (temperature fino a -10° in pianura e ben 28 notti sotto zero). Ma nemmeno a quelli secchi e spesso inquinati del recente passato. Al momento non si intravede nessuna ingerenza anticiclonica di rilievo, quindi nessun periodo di stabilità o di siccità invernale.

Alessandro Azzoni

Commenti