Sport
Rugby Eccellenza
Frati: "Viadana, rialza la testa"
pubblicato il 10 gennaio 2018 alle ore 09:19
immagine
Frati: "Viadana, rialza la testa"

Viadana Dopo la pesante sconfitta (38-8) rimediata sabato a San Donà nella prima gara del girone di ritorno, il tecnico del Rugby Viadana,  Filippo Frati, prova a rinserrare le fila. Il cammino verso i play off si è certamente complicato, ma non tutto è perduto. Il quarto posto delle Fiamme Oro dista ora sei lunghezze, ma i rivieraschi, sesti, davanti hanno anche lo stesso San Donà.
«I play off  sono certamente un obiettivo - afferma il tecnico giallonero - ma era anche importante dare spazio ai giovani del nostro vivaio e a quelli della seconda squadra: in tal senso il responso è stato positivo. Per le semifinali il cammino è un po’ complicato, ma il discorso è ancora aperto. Le Fiamme Oro, ad esempio, devono venire a Viadana, certo è che dobbiamo sperare nei passi falsi di chi sta davanti».
Coach Frati prova a dare una spiegazione al pesante passivo rimediato a San Donà. «Avevo preparato la sfida in un certo modo - racconta - si prospettava una brutta giornata con campo pesante e il terreno in effetti era così. Ho rivisto l’unica partita interna persa dal San Donà contro il Petrarca, che non aveva mai attaccato, ma gestito il match con i calci e ho ritenuto che questa fosse la strategia migliore da adottare». «Ho sbagliato e mi assumo tutte le colpe - prosegue il coach - siamo rimasti con un uomo in meno per dieci minuti e c’è stato un  black out abilmente sfruttato dagli  avversari con tre mete. Secondo tempo da dimenticare, forse il più brutto di questa stagione. Inoltre abbiamo avvertito più del dovuto l’assenza in mediana di Biondelli e Bacchi, impegnati con la nazionale under 20 per l’amichevole con la Francia. La sconfitta fa male, ma non deve far passare in secondo piano quanto di positivo  è stato fatto finora. Anche perchè va detto che le nostre avversarie sono migliorate rispetto alla scorsa stagione».
Le due settimane di sosta consentiranno alla squadra giallonera di preparare al meglio il prossimo impegno esterno a Roma con la Lazio, cui seguirà la trasferta a Mogliano. «Due sfide complicate - conclude Frati - che dobbiamo affrontare con la testa e fiducia nei nostri mezzi. Pavan e Menon si sono inseriti al meglio dopo la lunga assenza per i gravi infortuni, nel corso del  ritorno dovremmo recuperare anche Ormson e Del Nevo. Insomma, non tutto è perduto».
Sempre in tema di infortuni, sabato si è fermato  Gianmarco Amadasi (sospetto stiramento del collaterale, domani la risonanza) che salta il raduno della nazionale seven a Parma; al suo posto è stato convocato un altro giallonero, Mokom, presente anche  Spinelli. (r.s.)

Redazione Sport
Commenti