Provincia
Pronti a partire i lavori alla ex casa del demanio, poi sarà avviata la riqualificazione di via Dugoni
San Benedetto, cantieri per oltre un milione di euro
pubblicato il 13 gennaio 2018 alle ore 17:29
immagine
San Benedetto, Via Ferri, dove si trova la casa del demanio

San Benedetto Po - Un cantiere pronto a partire la prossima settimana, e un altro che invece è in fase di progettazione per essere avviato alla fine dell’anno o, al massimo, a inizio 2019; il tutto con un investimento di circa un milione e 200mila euro che arriveranno a San Benedetto grazie al Dl 74 nel più ampio quadro del piano organico di riqualificazione dei centri storici colpiti dal sisma del 2012. Per la cittadina polironiana si prospetta dunque un 2018 molto intenso con importanti lavori che, a loro modo, ridisegneranno in modo significativo il centro storico dell’importante comune della Bassa: «La prossima settimana - ci ha spiegato il sindaco  Roberto Lasagna -  inizieranno i lavori sulla casetta delle associazioni, ovvero la casa del demanio di via Ferri, acquisita recentemente dal Comune. Al primo piano troverà posto la sede delle associazioni e al piano terra allestiremo un centro del riuso e del riutilizzo che sarà gestito da associazioni locali come, ad esempio, l’Auser. Il recupero è finanziato con 500mila euro del Dl 74, sempre all’interno del piano organico di risistemazione dei centri storici». Un importante intervento dunque, mentre il Comune sta lavorando alacremente per realizzare un’altra opera che - anche se la sua conclusione è prevista nel 2019 - è già in avanzata fase di progettazione, ovvero la completa riqualificazione di via Dugoni: lo stesso primo cittadino ha compiuto, in questi giorni, un sopralluogo nella via insieme al progettista, al capo dell’ufficio tecnico comunale e alla soprintendente ai beni architettonici di Brescia (in fregio alla via si trova il complesso monastico polironiano). Come ci ha spiegato Lasagna, l’opera costerà 700mila euro (sempre dalla struttura commissariale) sul piano organico di riqualificazione dei centri storici: la via sarà riqualificata con parcheggi tracciati, e, soprattutto in fregio alla scuola materna Garibaldi nonché al poliambulatorio e casetta dell’acqua, con passaggi pedonali delimitati. Una riqualificazione quanto mai significativa in vista del ruolo nevralgico che sta avendo questa zona nello sviluppo urbano del paese di San Benedetto. I tempi sono presto definiti: due mesi di progettazione, due/tre mesi per Soprintendenza, altri due/tre mesi per il passaggio in struttura commissariale, poi gara d’appalto: i lavori inizieranno, salvo intoppi, alla fine del 2018/inizio 2019. «Nel frattempo - ha aggiunto il sindaco - sono ormai pronti a concludersi i lavori al voltone che separa piazza Teofilo Folengo da piazza Matteotti: il bel tempo di questi giorni ha permesso alla ditta di riprendere i lavori agli intonaci e questo ci rende ancora più ottimisti per una rapida conclusione di questo cantiere importantissimo del centro storico».

Nicola Antonietti

 

Commenti