Cronaca
Mantova, blitz della Polizia
Maxi retata tra giardini e stazione ferroviaria
pubblicato il 21 gennaio 2018 alle ore 15:18
immagine
Un clandestino trovato al Mamu, mentre viene portato in Questura

Mantova - Se un omicidio come quello di mercoledì 17 gennaio sul ponte di San Giorgio è, fortunatamente, un caso eccezionale per Mantova e non solo, quello delle risse tra stranieri in centro città è invece la quasi quotidianità. Il servizio straordinario di controllo del territorio che si è svolto venerdì pomeriggio 19 gennaio, è stato coordinato dalla Polizia al fine di garantire una maggiore percezione di sicurezza ai cittadini. Per dare un segnale immediato dopo la rissa dello scorso 13 gennaio il Questore di Mantova ha disposto che il controllo di venerdì si concentrasse proprio nell’area della stazione. Per questo servizio c’è stato un notevole dispiegamento di forze della Polizia di Stato con il supporto anche di una pattuglia della Guardia di Finanza. Nei giardini Nuvolari e in prossimità del Mamu, sono stati identificati 12 extracomunitari, di cui 4 clandestini portati in Questura per il fotosegnalamento e l’avvio delle procedure di espulsione: un marocchino è stato trovato con due dosi di hascish che sono state sequestrate. A seguire controlli nei vari locali di via Bettinelli, con identificazione dei presenti e controlli amministrativi. Al servizio hanno preso parte anche la Polizia Locale di Mantova e di Curtatone, con verifiche nei comuni di competenza. Con le unità operative impiegate, sono stati inoltre effettuati tre posti di controllo nelle principali vie di accesso alla città, con verifica documentale delle persone fermate. Il bilancio finale dei controlli straordinari di venerdì pomeriggio è di 87 persone identificate, di cui 24 cittadini extracomunitari; 19 le persone con precedenti. Sono stati controllati 82 veicoli e sei esercizi commerciali. (r.cro.)

 

Commenti