Sport
Calcio Serie D
Acm col dubbio Correa: non è ancora al top
pubblicato il 2 febbraio 2018 alle ore 20:51
immagine
Matteo Guazzo dovrebbe fare coppia in avanti con Debeljuh

Mantova - La trasferta ad Abano Terme, per il Mantova potrebbe essere... rigenerante sia sotto il profilo psicologico sia dal punto di vista fisico. Come è noto, ci sono diversi giocatori alle prese con svariati acciacchi fisici. Uno di questi è capitan Lucas Correa, che lamenta un problema alla caviglia e rappresenta, dunque, uno dei dubbi di mister Renato Cioffi. Giovedì 1 febbraio, il centrocampista biancorosso, ha giocato solo gli ultimi 10’ del test vinto 10-0 contro la formazione Juniores. La partitella ha dato qualche indicazione sul possibile undici titolare in vista della gara di Abano. Nessuna sorpresa sul modulo di partenza, che sarà il 3-5-2. In porta ha giocato Salsano, ma lo staff tecnico proverà fino all’ultimo a rimettere in piedi Lazarevs, che anche giovedì si è allenato a parte. In difesa la prima novità dello schieramento iniziale: Camara, farà il suo rientro dal primo minuto con Cascone e  Bertozzini. In mezzo al campo l’altra sorpresa potrebbe essere Eddy, come cursore di destra. Tuttavia potrebbe essere scavalcato da Jozic, che domenica scorsa contro il Belluno ha convinto tutti. A sinistra, come a Chioggia, quasi certa la presenza dall’inizio di Franchini al posto di  Riccò. Per quanto riguarda i tre centrali, tutto dipende dalle condizioni di Correa. Giovedì sono stati schierati Palma, Moi e Raggio Garibaldi. In attacco un’inedita coppia formata da Guazzo e Debeljuh. Per quest’ultimo, quella di Abano sarà la grande (ennesima) occasione. Il croato arriva da un periodo costellato da alcuni acciacchi, domenica avrà la possibilità di rendersi pericoloso, grazie anche all’aiuto di Guazzo, che nelle ultime gare contro Montebelluna e Belluno, è stato protagonista con due gol importanti. Così come ci si aspetta qualcosa in più dallo stesso Raggio Garibaldi, che vuole dimenticare il primo tempo di domenica scorsa. In molti si chiederanno che ne sarà di Carrasco e Barone. I due giovedì hanno disputato la seconda parte della partitella, impressionando per rapidità il primo e per potenza il secondo. Per quello che hanno fatto vedere nell’ultima sfida di campionato, era lecito attendersi, magari, una maglia da titolare per almeno uno dei due. Invece Cioffi sembra intenzionato ad utilizzarli come armi in più nella ripresa. In ogni caso, servirà il miglior Mantova, perchè domenica c’è la possibilità concreta di allungare la striscia positiva di risultati, che dura dalla seconda di campionato contro il Cjarlins: di fronte l’ultima della classe. Ma da questo campionato, il Mantova ha imparato a non dare nulla per scontato. Per battere i neroverdi servirà la miglior Aciemme.

Tommaso Bellini

Commenti