Sport
Calcio Serie D
Un Mantova ad assetto variabile: Correa giocherà
pubblicato il 9 febbraio 2018 alle ore 18:28
immagine
Lucas Correa stringe i denti ma ci sarà con il Delta P.Tolle

Mantova - Continua il countdown verso la sfida di domenica pomeriggio, 11 febbraio, contro il Delta Porto Tolle. Arrivati ormai all’antivigilia, per il tecnico biancorosso Renato Cioffi, si avvicina il momento delle scelte. Undici giocatori, i migliori che possa avere il Mantova in questo momento, per centrare il poker di vittorie e dare continuità alla striscia positiva di risultati utili consecutivi, iniziata dal pareggio interno con il Cjarlins. Senza se e senza ma, i biancorossi avranno la possibilità di mettere fieno in cascina, anche se di fronte ci sarà una squadra che ha fatto meglio in trasferta. E che, dati alla mano, nel 2018 ha racimolato gli stessi punti dei biancorossi, dieci. Una partita, che come ha detto più volte il mister, nasconde delle insidie. E allora è bene partire dalle certezze. In questi ultimi giorni di lavoro, è stata provata la difesa a quattro ma, salvo sorprese, si dovrebbe partire col 3-5-2. Giovedì 8 febbraio la classica partitella contro la Juniores, terminata 8-0 per la formazione di mister Cioffi. Primo tempo di sofferenza, con squadra imballata, al cospetto di una Juniores in palla. Nella ripresa girandola di cambi, Correa sale in cattedra e la partita cambia volto. Nella prima frazione di gioco, avvio di gara con il solito schieramento. Salsano tra i pali, al posto di Lazarevs che sta recuperando (almeno per la panchina). In difesa il trio formato da  Aldrovandi, Cascone e Bertozzini. Sulla linea mediana Barone agirà sulla corsia di destra come ad Abano. In mezzo Palma, Raggio Garibaldi, Franchini e il rientrante Riccò. Davanti il duo Guazzo-Carrasco. Nel corso del match cambio di modulo con il 4-4-2: Barone al posto di Carrasco che si è abbassato a destra, mentre Riccò ha scalato sulla linea dei difensori, sempre a sinistra, con lo spostamento sul versante esterno di Franchini. Nel secondo tempo, undici rivoluzionato. Sempre 4-4-2 come modulo con Eddy, Camara, Moi, Nicola Aldrovandi in difesa. A centrocampo Jozic, Correa, Saccavino, Saporetti e davanti il duo d’attacco con Barone e Debeljuh. Partita in discesa per i biancorossi che hanno messo a segno 8 reti con Eddy, Saccavino, Nicola Aldrovandi, Jozic e quattro reti di Debeljuh. Un attimo di apprensione per Correa che si era fermato per una botta al piede. Ma l’argentino ha continuato a giocare senza particolari problemi. Il suo impiego non sembra essere in dubbio. Cioffi dovrebbe fare affidamento dunque sul capitano, che stringerà i denti. Vorrebbe farlo anche Suriano, che giovedì ha giocato gli ultimi minuti di partita. L’attaccante biancorosso scalpita e potrebbe essere convocato. Tuttavia il suo impiego potrebbe slittare al match di Legnago. Per lui un recupero lampo, dopo l’operazione al menisco sinistro.

Tommaso Bellini

Commenti