Cronaca
Baschieri: "Condizioni svantaggiose"
Flop della “città dei giovani”: solo 21 adesioni su 50
pubblicato il 10 febbraio 2018 alle ore 20:06
immagine
Il capogruppo di Forza Italia, Pier Luigi Baschieri

Mantova - Non ha dato i risultati sperati il progetto “Bonus Housing 4 young-Smarthome” che il Comune ha adottato grazie anche al contributo della Regione per dare case ai giovani fino ai 35 anni (coppie e non) che avessero voluto abitare nel capoluogo, “spesati” quantomeno dei costi dell’affitto per la prima annualità. I due bandi sono stati recepiti per la metà del potenziale. L'iniziativa, dopo la pubblicazione di due bandi, per una disponibilità offerta da via Roma di 200mila euro, era destinata a 50 beneficiari per «ripopolare la città e ringiovanirla, ma solo 21 sono state le adesioni (16 hanno aderito al primo bando e 5 al secondo). Come mai così pochi hanno ritenuto appetibile l’offerta? «Siamo chiaramente di fronte ad un flop, un'azione socialmente utile nella quale il sindaco Palazzi ha giocato male le sue carte – ha commentato il capogruppo di Forza Italia in Comune, Pier Luigi Baschieri  –. I giovani, visti i proclami sulla stampa accompagnati dai soliti pomposi spot, si aspettavano un anno di affitto gratis dietro la controprestazione di 50 ore di volontariato da impiegare a favore del proprio quartiere. Nessuna risorsa economica sprecata, ma un'opportunità persa per favorire veramente l'uscita di casa dei giovani e il trasferimento di nuove coppie nella nostra città. Nei fatti – prosegue il consigliere azzurro – il bando assegnava un contributo di 4mila euro per un anno ai proprietari delle abitazioni e chiedeva ai giovani la restituzione di 1.800 euro in rate da 150 per 12 mesi. Niente regali, dunque; semmai  uno sgravio per alleggerire le tante spese che si presentano durante il primo anno di uscita dalla casa dei genitori. In soldoni il risparmio per i giovani si sarebbe potuto materializzare in un bonus 2.200 euro in un anno. Sappiamo tutti che con quella cifra non  si va molto lontano, nel mercato degli affitti, al massimo, si tira solo un po' di fiato». ll vero problema della città per Baschieri resta l'assenza di opportunità lavorative in grado di stabilizzare a livello economico una coppia e permettere loro di creare una vera famiglia. Dunque, un problema di attrattiva. «Continuiamo a investire in politiche occupazionali con una bassa professionalizzazione, facendo scappare automaticamente i migliori giovani verso altre città, o peggio, verso paesi esteri. Di certo – ha concluso il capogruppo forzista –  è stato un errore, quello della giunta, di limitare questa opportunità finanziaria ai soli 15 comuni afferenti al “piano di zona” di Mantova: la provincia ne conta ben 68, e poteva pertanto a nostro parere essere estesa a tutto il territorio». (r.pol.)

Commenti