Cronaca
Mantova, la festa che non c'è
Centinaia in piazza per il "Carnevale fantasma"
pubblicato il 13 febbraio 2018 alle ore 10:32
immagine
Il Carnevale quest’anno è rimasto lontano dal centro città

Mantova - Centro città in festa per il Carnevale che non c’è. E’ molto curioso quanto accaduto domenica pomeriggio, 11 febbraio, per le vie del centro cittadino, dove centinaia di persone si sono riversate per festeggiare il Carnevale con i propri bambini rigorosamente mascherati e con tanta voglia di divertirsi tra coriandoli e stelle filanti. Insomma, c’erano tutti gli ingredienti per una festa carnascialesca in grande stile, ma alla fine è mancata la materia prima: ovvero il Carnevale stesso, poiché la città non ha organizzato nulla. Allora come mai tanta gente in centro armata di voglia di fare festa? Semplice, colpa di una locandina fatta girare sul web mesi fa (si parla addirittura di settembre) in cui si parlava di domenica 11 febbraio giorno in cui si sarebbe svolto il Carnevale come ogni anno puntualmente organizzato dai Dipendenti comunali. Tuttavia, nel lasso di  tempo intercorso tra settembre ed oggi le cose sono drasticamente cambiate e tra il circolo di via Ariosto e l’amministrazione comunale non è stato trovato l’accordo economico, che avrebbe consentito la messa in moto della macchina organizzativa. «Palazzi dice che saremmo stati noi a non voler organizzare il Carnevale? - sbotta il presidente dei Comunali Sergio Olivieri -. Il  sindaco si sbaglia di grosso e lo sa benissimo. Sa quale sarebbe stato l’impegno economico e sa anche che con il contributo da parte del Comune avremmo coperto poco più della metà delle spese. A queste condizioni, soprattutto dopo averci rimesso parecchi soldi nella passata edizione, non ci saremmo stati e così abbiamo fatto. Con Palazzi abbiamo avuto diversi incontri, ma non è mai stata trovata la quadra, così abbiamo lasciato la città senza un evento importante la domenica del carnevale». Anche il sindaco Mattia Palazzi ha detto la sua sui Social attraverso un post in cui in sintesi sostiene di aver concesso gli stessi 11mila euro dell’anno prima e gli stessi che saranno anche per l’anno prossimo. Aggiungendo che il circolo non ha ritenuto sufficiente la somma e quindi ha liberamente deciso di non farlo. Come sempre la verità sta nel mezzo e come sempre a perderci è la città rimasta a bocca asciutta per quanto riguarda il Carnevale con l’aggravante di un’informazione distorta che ha portato in città ugualmente centinaia di persone in attesa di un qualcosa che non ci sarebbe poi stato. (r.cro.)

Commenti