Cronaca
Per migliorare la qualità del lavoro
Corneliani presenta il nuovo accordo con i sindacati
pubblicato il 12 febbraio 2018 alle ore 21:14
immagine
Il tavolo dei relatori presenti all'iniziativa

Mantova - Creare grandi capi di lusso e valorizzare i propri dipendenti. Con questi due semplici elementi la ditta Corneliani di Mantova si è fatta largo in un mercato che diventa giorno dopo giorno sempre più competitivo. E proprio per migliorare la rendita dei propri dipendenti, andando così ad avere un prodotto finito di maggiore pregio, i dirigenti, assieme agli Rsu dell’azienda e ai rappresentanti sindacali delle sigle Cgil, Cisl e Uil hanno dato vita a un accordo condiviso e figlio di cinque mesi di gestazione che prevede l’inserimento di tre indicatori di performance che misurano la qualità e l’efficienza dei reparti produttivi, la presenza sul posto di lavoro e la redditività aziendale determinata dal parametro Ebitda. Il raggiungimento di questi tre obiettivi, che verranno valutati sulla base dei vari indicatori, si tradurrà concretamente nell’erogazione delle cosiddette “quote premio” per i dipendenti. Rispetto a quanto fatto fino ad ora, la grande novità è che i dipendenti potranno, sempre su base volontaria, decidere se ricevere il premio in denaro oppure convertire il tutto in previdenza complementare o in servizi di welfare per i quali l’azienda a breve istituirà un’apposita piattaforma di gestione dei crediti. A presentare l’iniziativa alla stampa sono stati gli Rsu di Corneliani rappresentati da Chiara Chiusi e Luca Faccioli, dall’AD di Corneliani, Paolo Roviera, dall’H.R. Director, Claudio Ceraico, dal Segretario Filctem Cgil, Michele Orezzi, dal Segretario Uiltec Uil, Giovanni Pelizzoni, dal Direttore Operations, Corrado Corneliani e dal Funzionario per azioni industriali Grazia Bangaro.

Mendes Biondo

Foto
Commenti