contatti    pagina facebook   pagina twitter
HOME Cronaca Provincia Eventi e Società Rubriche Sport Foto Video Contatti
Rubriche
La Presidente dell’UPPI risponde
Le chiavi della porta condominiale possono essere affidate all’ospite
pubblicato il 13 febbraio 2017 alle ore 12:36

Nel mio appartamento ospito di tanto in tanto persone amiche, residenti in altre zone d’Italia, che vengono a trascorrere qualche giorno a Mantova. Si tratta di permanenze brevi che solitamente non vanno oltre i dieci giorni. Dovendo recarmi al lavoro, lascio loro la chiave di casa e anche quelle di ingresso alle parti comuni. La cosa ha infastidito alcuni abitanti dello stabile i quali mi hanno invitato, per ragioni di sicurezza,a non consegnare ad
estranei le chiavi degli accessi condominiali. Tutto ciò mi sembra assurdo in quanto ritengo sia mio diritto poter ospitare persone a me gradite e consentire loro di muoversi in completa libertà durante la mia assenza. Mi farebbe piacerebbe sentire il suo parere.

Bruno, Mantova.


Gentile lettore, se la sua è pura ospitalità, nessuno gliela può impedire, e non credo che il regolamento condominiale la possa vietare; sarebbe cosa ben diversa se questa fosse remunerata perché in tal caso la stessa andrebbe facilmente assoggettata alla normativa sui “bed and breakfast”.
Quindi nella sua abitazione può ospitare chi meglio le aggrada con l’unica limitazione che la presenza di stranieri o apolidi va comunicata per iscritto, entro le 48 ore, all’Autorità locale di pubblica sicurezza.
Per pura cortesia e per mantenere dei buoni rapporti con isuoi vicini, le consiglio di parlare con loro, rassicurarli sulla serietà dei suoi amici e sull’importanza dell’ospitalità invitandoli a non essere diffidenti;

 

Marisa Raffaldini ( immobiliare@ vocedimantova.it)
Commenti