Calcio – Di Matteo chiarisce: “Camorra? Io ho preso un’altra strada”

Nicola Di Matteo

Teramo Hanno suscitato un polverone le parole dell’ex presidente del Mantova  Nicola Di Matteo, ora amministratore delegato del Teramo: «La camorra? È una scelta di vita – aveva detto a una tv locale – : loro hanno rispetto per me e io rispetto di loro». Il presidente della Lega Pro  Francesco Ghirelli ha bollato la dichiarazione come “assurda e vergognosa”. Così Di Matteo è stato costretto a precisare meglio il suo pensiero. Ammettendo di non essere “un fine oratore”, l’ex presidente dell’Acm (tra il 2014 e il 2015), ha chiesto alla città di Teramo di non giudicarlo “per i classici luoghi comuni”. Di Matteo racconta di aver lasciato a 16 anni il suo paese d’origine (nel Casertano) per “crearsi una vita diversa”. “La serietà professionale e lo spirito di sacrificio sono stati gli unici ingredienti capaci di portarmi dove sono ora, con lealtà e rettitudine”.