Calcio serie C – Gilardino saluta la Pro Vercelli e attende segnali dal Mantova

gila
Alberto Gilardino ha lasciato la Pro Vercelli

MANTOVA Potrebbe essere un segnale o forse no. Ma le parole scritte da Alberto Gilardino sul proprio profilo Instagram nella mattinata di ieri potrebbero avvicinare l’ex Campione del Mondo alla panchina del Mantova. «Si chiude questa stagione e non posso che ringraziarvi. Grazie ai miei ragazzi per esservi battuti sul campo e per aver onorato questi colori fino a che è stato possibile. Grazie al mio staff, fisioterapisti, magazzinieri e tutte le persone che sono ogni giorno dietro le quinte per lo straordinario lavoro svolto. Grazie a Massimo Secondo che negli ultimi dieci anni ha costruito una bellissima realtà, rendendo possibile tutto questo e grazie di avermi dato l’opportunità, insieme al Direttore Varini, di allenare questo gruppo fantastico. È stata una stagione incredibile e una palestra importante per la mia crescita».
Parole d’addio che vanno nella direzione opposta a quelle dichiarate dal patron uscente della Pro Vercelli,  Massimo Secondo, che il giorno prima auspicava in una riconferma del tecnico ex Rezzato sulla panchina della Pro. Da quel che sembra, Gilardino a Mantova verrebbe di corsa. I contatti ci sono stati a inizio luglio e poi la società ha temporeggiato, verificando altri profili. Anche gli impegni in campionato del Verona, oltre alla questione legata al rinnovo di Juric, possono aver influito su questa lunga attesa, ma nei prossimi giorni si arriverà al dunque. O nel week end o all’inizio della prossima settimana. Comunque a ridosso dell’assemblea dei soci. Anche questo potrebbe essere un passaggio fondamentale.
Che sia poi Gilardino, il prossimo allenatore del Mantova, questo è tutto da verificare. Il Gila è sicuramente un obiettivo, così come ce ne sono altri. Alla pari del Gila, l’ex mister del Cesena,  Francesco Modesto. Con lui i contatti probabilmente sono stati presi ancor prima, ma anche lui è stato messo in standby. Nel frattempo a Modesto non sono mancate le avance di altri club. In primis il Napoli, che continua a tallonarlo per il ruolo di allenatore della Primavera. Anche qui c’è una situazione molto ingarbugliata, legata all’approdo o meno di Valoti nell’organigramma del vivaio partenopeo. Fatti questi due nomi, sembr reggere l’opzione “mister x”, il cui nome però, resta ancora nell’anonimato. Si spengono le voci su un possibile interessamento per Giancarlo Riolfo, tecnico del Carpi. Il caos scoppiato in casa Potenza sul fronte societario, allontana sempre di più mister Giuseppe Raffaele, che potrebbe essere nel mirino di viale Te, così come di altri club. A breve sarà svelata la scelta finale.