Pegognaga, si pensa a una guida “in rosa” per la lista del Pd

I dem punterebbero comunque a elementi di provata esperienza a livello amministrativo

PEGOGNAGA Il duello per la conquista del comune di Pegognaga sarà dunque – per ora – fra due giovani: Fulvio Renusi del Movimento Cittadini Attivi, d’area di centrosinistra, e Matteo Zilocchi, proposto da Civici Uniti, che contesta la collocazione datagli dai media nell’area di centrodestra, sostenendo di annoverare anche simpatizzanti di sinistra. L’ipotesi di una corsa a due è comunque alquanto improbabile poichè, stando ai rumors che continuano a rincorrersi in questa prima fase di campagna elettorale, va a consolidarsi la possibilità che, col patrocinio del Pd si presenti una donna, proposta dal movimento di Donne per il Futuro, che vanterebbe, come esige il Pd, esperienza di pubblica amministrazione, quale ad esempio l’assessore uscente alla Pubblica Istruzione Francesca Tellini o l’attuale capogruppo di maggioranza in consiglio comunale Glenda Remi senza dimenticare anche la consigliera con delega alle pari opportunità Simona Colombi o, infine, la presidente della commissione alle pari opportunità Clelia Sissa, peraltro già in passato assessore all’ambiente della cittadina laurenziana. A questo punto il duello si trasformerebbe in triello; sfida che appassionerebbe l’elettorato pegognaghese nella stessa misura di una finale di campionato di calcio riservata appunto a tre contendenti, con Matteo Zilocchi virtualmente avvantaggio di qualche punto dal disastroso derby tra Partito Democratico e Movimento Cittadini Attivi. Chi vincerà il campionato elettorale? Ecco partire l’election scommesse. C’é chi punta sul radicale cambiamento inteso in senso politico, essendo Pegognaga ininterrottamente amministrata da coalizioni dapprima esclusivamente di sinistra, poi di centrosinistra. Chi invece stigmatizzando l’avvento di un movimento non progressista, gli sarebbe indifferente la vittoria di Renusi o di una donna purché di centrosinistra. Chi interpreta il cambiamento anche come genere e quindi auspica un’amministrazione prevalentemente femminile. Non manca molta al termine ultimo di presentazione delle liste dei candidati e tuttavia a Pegognaga potremmo assistere ad altre sorprese, che potrebbero venire proprio dal Pd. Di qual genere lo si saprà nei prossimi giorni.

3 COMMENTI