Comunque presenti: una due giorni dedicata alla figura dell’operatore in accoglienza con la proiezione del film Paese Nostro

MANTOVA In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, Arci Mantova organizza due serate di serate di riflessione sul tema dell’accoglienza diffusa osservata dal punto di vista degli operatori sociali che lavorano nel settore. Doppio appuntamento, il 20 giugno all’Arci Tom e il 27 giugno al Cinema del
Carbone con la proiezione di “Paese Nostro” che racconta la vita, le fatiche, i pensieri di chi ogni
gior’0ìì’0no lavora come operatore nei progetti di accoglienza della rete . Il documentario, girato da
Zalab nel 2016 grazie al contributo del Ministero dell’Interno, non è mai stato distribuito dal
ministero (proprietario dei diritti del film) per cui i registi hanno deciso di concederlo gratuitamente
a tutti. All’oggi sono più di 100 i luoghi in Italia in cui è stato proiettato. L’evento è promosso dal
progetto Sprar “Enea” di Mantova in collaborazione con Il Cinema del Carbone, Cooperativa
Sociale il Volo e Arci Lombardia.
L’anteprima del documentario sarà presentata giovedì 20 giugno alle 19.30 all’Arci Tom. Sarà
l’occasione per un confronto sulla figura dell’operatore dell’accoglienza. Silvia De Giorgi di Sol.Co.
Mantova introdurrà e modererà il dibattito tra Stephan Greco, operatore e referente per
l’accoglienza di Arci Lombardia, Francesca Paiella, operatrice del Cas di Rieti per la Cooperativa Il
Volo e Marta Balasso, coordinatrice dell’equipe del progetto Sprar “Enea” di Mantova. Giovedì 27
giugno alle 20.30 al Cinema del Carbone verrà invece proiettato gratuitamente l’intero
documentario (durata: 140’).

2 COMMENTI