Scuola a Cavriana: dopo 10 anni le medie avranno tre prime

L’assessore Guardini: “Il buon lavoro ha premiato rendendole appetibili"

CAVRIANA Facciamo più quello che è giusto, invece di quello che ci conviene. Educhiamo i figli ad essere onesti, non furbi”. Con questa citazione dello scrittore e giornalista Tiziano Terzani, l’assessore alla pubblica istruzione di Cavriana, nonchè vicesindaco   Matteo Guardini , chiosa il testo che descrive nel dettaglio il piano per il diritto allo studio dell’anno scolastico 2018/2019, per una spesa complessiva, da parte del Comune, di circa 232mila euro. Un piano, quello che verrà approvato nella prossima giunta comunale, che in parte riprende quello approvato e messo in atto nel precedente anno scolastico, e in parte mette in campo nuovi servizi inerenti all’offerta formativa. Scelte pedagogiche, organizzative e gestionali che hanno indubbiamente ripagato l’impegno e le scelte fatte dall’assessorato all’istruzione visto, come ha dichiarato l’assessore Guardini, dopo 10 anni le classi prime della scuola media aumenteranno e da due sono passate a tre.
«I frutti dei piani per il diritto allo studio realizzi negli ultimi due anni sono evidenti, visto che la nostra scuola secondaria, dopo ben 10 anni, tornerà per la prima volta ad avere tre classi prime – afferma Guardini -. Questo vuol dire che le nostre scuole, grazie al lavoro dell’assessorato all’istruzione, sono di nuovo appetibili anche per i Comuni confinanti, Solferino in primis. Un risultato di cui possiamo andare senza dubbio fieri. Anche quest’anno, del resto, nel piano per il diritto allo studio, l’ultimo tra l’altro che facciamo con questa giunta, abbiamo confermato gli impegni su tutte tre le scuole, materna, elementare e media, per l’inglese e in quella di secondo grado abbiamo introdotto un corso di potenziamento della matematica. Senza dimenticare, inoltre, la riconferma, per il terzo anno consecutivo, dell’iniziativa nidi gratis. Insomma un impegno che ci ha visti coinvolti a 360 gradi e pronti ad offrire il massimo per riuscire a raggiungere obiettivi relativi alle attività didattiche e le risorse previste per realizzarli e soddisfare così la popolazione scolastica di Cavriana che è pari a 354 alunni».
Nel documento sono poi evidenziati nel dettaglio i vari impegni di spesa che vanno dalla mensa e trasporto scolastico ai progetti didattici; dalla fornitura di beni e servizi all’assistenza alla persona; dai libri di testo alla dote scuola fino ai nidi gratis, per un totale a carico del Comune, come specificato prima, che si aggira attorno ai 232mila euro.
Per quanto riguarda gli investimento inerenti ai plessi scolastici, la spesa prevista è di quasi 789mila euro e tra le voci più consistenti ci sono il miglioramento antisismico energetico per una spesa di 82mila euro; il completamento delle opere per l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi per 98mila euro e la realizzazione del nuovo polo scolastico per 600mila euro.

1 COMMENTO