Ciclismo U23 – Boselli: “Mi farò trovare pronto per la ripresa”

    Emanuele Boselli
    Emanuele Boselli

    REVERE La stagione d’esordio tra i dilettanti era partita bene per Emanuele Boselli della Delio Gallina; poi è arrivato il blocco e il giovane passista reverese ha dovuto masticare amaro per non essere riuscito ad esprimersi secondo i propri obiettivi. Obiettivi che però potrebbero tornare d’attualità quando da agosto verrà di nuovo abbassata la bandiera a scacchi. «Prima del blocco per il coronavirus – spiega Boselli – avevo debuttato in Romagna alla Coppa San Bernardino e mi ero messo in evidenza avendo dato vita a una fuga che è durata 90 km. Nel finale ho lavorato per il compagno di squadra Davide Bauce che ha colto il primo successo personale e di squadra. In quella fase non ero al top della forma; comunque mi sono sentito a mio agio nella nuova categoria. Vale la pena sottolineare che in febbraio mi dividevo tra la scuola e il ciclismo. Ora la mia attenzione è rivolta tutta nei confronti della scuola. Poi mi dedicherò a tempo pieno agli allenamenti per farmi trovare pronto quando si tornerà a gareggiare. Dal 4 maggio esco per qualche sgambata su strada».
    Durante il periodo del blocco il tuo impegno è stato quello degli esercizi a corpo libero e dei rulli?
    “No, non mi sono limitato a quello. Ho partecipato ai corsi per ottenere l’abilitazione a rivestire il ruolo di direttore sportivo. Ora dispongo sia del primo sia del secondo livello».
    Questo è il segnale che il ciclismo intendi viverlo a pieno, tanto in sella quanto in ammiraglia?
    «La passione è tanta; in più mi piace seguire i più giovani e trasmettere loro il mio entusiasmo e la mia esperienza. Quindi quando riterrò giunto il momento, indosserò la divisa del Ds, ma ad oggi ho ancora molto da dare stando in sella».
    Con il ds Simone Bertoletti avete già deciso come avverrà la ripartenza?
    «Con Simone ci sentiamo ogni settimana e lui mi fornisce il programma di lavoro da svolgere, ben sapendo che gli impegni scolastici hanno la precedenza. Al momento non è facile programmare, ogni giorno escono notizie diverse che non fanno comprendere con chiarezza quali saranno gli scenari futuri. Al momento opportuno, sono sicuro che mi dirà le decisioni dello staff tecnico».