Piazza Alberti, Palazzi incontra i commercianti: “Vai avanti, sindaco”

Il restyling urbanistico piace

PIAZZA ALBERTI

MANTOVA  «Proprio stamattina ho parlato con i commercianti della piazza e loro dicono che sarà più bella senza auto». Così il sindaco  Mattia Palazzi, a margine di incontri informali con alcuni commercianti dell’area gravitante attorno a piazza Leon Battista Alberti, quasi a cercare conferme anche della bontà del progetto di riqualificazione che accompagnerà lo stop alle auto dell’intera area. Un recupero da 480mila euro che il sindaco ha già messo nel piano delle opere pubbliche per quest’anno, e che attende solo il benestare degli enti di tutela paesaggistica.
Quanto alle critiche progettuali che dai social network e dai media locali arrivano all’amministrazione, la risposta del sindaco è ferma, e non ci si sposta “di un millimetro”: «Ogni cambiamento – commenta Palazzi – genera resistenza, è normale e comprensibile. Soprattutto in una città per tanti anni immobile, che negli ultimi tre anni ha visto quasi 300 cantieri, grandi e piccoli. Ma siamo stati eletti per rimettere in moto Mantova ed è quello che stiamo facendo. Giorni fa abbiamo presentato lo studio di fattibilità per riqualificare piazza Leon Battista Alberti, dopo aver dichiarato pubblicamente, oltre un anno fa, questa intenzione. Dallo studio di fattibilità al progetto esecutivo alcuni particolari possono cambiare, nel confronto con la Sovrintendenza, la Diocesi, gli operatori della piazza. Come sempre abbiamo fatto per tutti gli interventi. Ma sulla filosofia di fondo non arretro di un millimetro: le piazze in pieno centro storico sono per le persone, per il mercato, per le attività culturali e commerciali. Non per le auto. Abbiamo il dovere di ridare senso, qualità e identità allo spazio urbano. La città tutta ci guadagnerà e, come già successo in passato, nessuno vorrà tornare indietro».

2 COMMENTI