“State a casa, se si continua così ricorreremo a provvedimenti più drastici”, Fontana torna a chiedere l’aiuto dei lombardi

MILANO – “State  a casa e se non lo capite con le buone, ve lo faremo capire con le cattive”. Non lo manda  a dire il Governatore della Lombardia, Attilio Fontana che chiede ai lombardi per l’ennesima volta di non uscire di casa. “I contagi non calano e tra poco non saremo in grado di curare chi si ammala. Non sappiamo più come farvelo comprendere. Non vi stiamo chiedendo un sacrificio enorme e non fattibile, si tratta di stare nella propria abitazione fino a quando l’epidemia sarà contenuta.  Se non si vedranno dei miglioramenti saremo costretti a chiedere ulteriori provvedimenti al governo”. Fontana non ha voluto prendere giri di parole, è stato diretto nella speranza di essere stato anche efficace. I dati delle morti e dei contagi sono allarmanti, gli ospedali sono quasi al collasso per non parlare dei sanitari che sono stremati.

1 COMMENTO