Maltempo: allagate le sale operatorie del Montecchi

SUZZARA Ancora una volta il maltempo non ha fatto sconti nella nostra provincia e in particolare nell’Oltrepò: la bomba d’acqua che nella serata di martedì ha riversato in pochi minuti quasi sessanta millimentri di pioggia ha flagellato in particolare Suzzara e Pegognaga. Nella cittadina del Premio le abbondanti precipitazioni hanno causato infiltrazioni che hanno allagato due delle quattro sale operatorie dell’ospedale Montecchi con la conseguenza di dovere sospendere gli interventi chirurgici; nel paese laurenziano un fulmine ha causato un black-out che ha lasciato al buio per diverse ore la frazione di Galvagnina.
Il problema all’ospedale suzzarese si era già verificato un’altra volta nei mesi scorsi, e sempre a causa di abbondantissime precipitazioni e quelle di martedì sera non hanno fatto sconti causando innumerevoli disagi nella cittadina. Oltre a ciò che è avvenuto al nosocomio sono state diverse le vie che sono state allagate a causa dell’intasamento della rete fognaria e non si sono contati gli interventi, sia dei Vigili del Fuoco che dei tecnici del Consorzio di Bonifica Terre dei Gonzaga in Destra Po che della protezione civile per contenere le conseguenze delle avverse condizioni meteo, come alberi sradicati e rami strappati dalla forza degli elementi. Non è ancora possibile invece fare una quantificazione dei danni alle colture che rischiano di essere, ancora una volta, molto alti. Se Suzzara è stata particolarmente martoriata da pioggia e vento, Pegognaga ha dovuto fare i conti con la grandine che è caduta per diversi minuti; in località Galvagnina, già in passato colpita da una tromba d’aria, un fulmine ha causato un black-out che ha lasciato al buio diverse abitazioni.

2 COMMENTI