Troppi furti ai danni dei commercianti Il Comune deve investire sulla sicurezza”

SAN GIORGIO BIGARELLO Cinque colpi, tutti ai danni di esercizi commerciali, avvenuti negli ultimi giorni sul territorio comunale di San Giorgio Bigarello hanno fatto alzare il livello di allerta. In particolare nella zona di Gazzo, dove la scorsa notte è stato segnalato un nuovo tentativo di furto, fortunatamente non andato a segno. Il tema resta però caldo, con l’opposizione consiliare che torna a sollecitare l’amministrazione ad intervenire «più incisivamente». «Le elezioni sono passate da più di un mese ma dei ventilati progetti che dovevano essere la prosecuzione di quelli già intavolati non si è ancora visto nulla – commenta il capogruppo della lista di centrodestra “Obiettivo Comune”,  Giuliano Guastalla  -. Insieme ai colleghi  Alfonso Speringo  e  Vinicio Curto  e ai nostri consiglieri dei Municipi – di cui, ricordiamo, in quello di Bigarello esprimiamo la maggioranza – osserviamo con curiosità che l’impegno dell’amministrazione nel presentarsi su tutte le piattaforme telematiche è spasmodico. Per supportare iniziative di solidarietà per Mimmo Lucano (il sindaco di Riace divenuto celebre per la gestione “allegra” dei migranti) e Carola Rackete (il capitano della Sea Watch che per vincere la noia si diverte a fare da taxi a tutti gli africani verso il nostro paese, arrivando addirittura a speronare le motovedette della Guardia di Finanza, ndr) attraverso “Restiamo Uniti” e altre proposte simili, l’amministrazione si dimostra sempre in prima linea. Come cittadini di San Giorgio Bigarello vorremmo invitare il sindaco  Beniamino Morselli  e la sua giunta a promuovere con la stessa solerzia una bella marcia a sostegno morale dei nostri commercianti che, proprio nelle ultime settimane, sono stati oggetto di pesanti quanto insolenti incursioni ladresche». Guastalla esorta quindi l’amministrazione ad utilizzare i fondi arrivati dalla fusione in politiche sulla sicurezza. «Grazie al milione e 375mila euro previsti per il primo anno, sono certo che il Comune non avrà difficoltà ad avviare progetti per rinvigorire il tessuto commerciale, oggi così pesantemente colpito e per questo a rischio desertificazione, e a procedere con l’installazione delle 78 nuove telecamere promesse in campagna elettorale, deterrente ormai obbligato per fronteggiare l’azione di questi delinquenti patentati. Attendiamo fiduciosi di ritrovarci al tavolo dei Consigli per ribadire le priorità di Obiettivo Comune e dei partiti del centrodestra che, per quanto potrebbe apparire ovvio, non potranno mai prescindere dall’affrontare con urgenza il problema della sicurezza».

Matteo Vincenzi

29 COMMENTI