Addio a Iramo Vanz, una vita per l’Acm e lo sport mantovano

Iramo Vanz
Iramo Vanz

Mantova Era l’ultimo calciatore del Mantova testimone di quell’epoca: anni ’40, la guerra, un’altra Italia, un altro mondo. E un altro calcio.  Iramo Vanz è morto ieri, alla veneranda età di 95 anni, provocando, per una volta, un sentimento di autentico dispiacere a chi aveva avuto il privilegio di conoscerlo. Proprio lui che regalava allegria e sorrisi ogni volta che lo si incontrava. Iramo era nato a Mantova il 23 maggio 1924. Fu attaccante dei biancocelesti (i colori dell’Acm di allora) dal ’40 al ’47, e poi anche del Cesena e di altre squadre, in una famiglia di calciatori che comprendeva anche i fratelli Glauco, Alessandro e Gianni. Di quegli anni ruggenti forniva aneddoti infiniti e deliziosi, con lucidità e disincanto rimasti intatti nel tempo. Questa sua vocazione al racconto lo portò, una volta appese le scarpe al chiodo, nel variopinto mondo del giornalismo. Le sue cronache e analisi, da sportivo appassionato e competente qual era, trovarono spazio e apprezzamenti sulle colonne del  Merlin Sportivo e del  Corriere dello Sport-Stadio. Fu vicepresidente provinciale del Coni, ideò tornei e manifestazioni che arricchirono il panorama sportivo mantovano (dal torneo Dugoni al Palio Virgiliano). Ma restava prima di tutto un tifoso del Mantova, una presenza fissa al Martelli (e non solo) fino a quando la salute gliel’ha permesso. Per 10 anni e passa si è pure cimentato come spalla di  Claudio Mazzocchi nelle radiocronache al seguito dei biancorossi. Ed è proprio l’amico Claudio, tra i tanti che lo hanno frequentato, a dedicargli oggi un commosso ricordo: «Iramo è stato il mio opinionista più longevo. Un vero sportivo, un Uomo di grande competenza calcistica e raro equilibrio. I suoi commenti, a volte efficacemente espressi in dialetto mantovano, erano una sua caratteristica, particolarmente apprezzata dagli ascoltatori. Una miniera di godibilissimi aneddoti. Mi mancherà molto». I funerali si terranno oggi alle 10 al Mazzali. Alla famiglia le più sentite condoglianze da parte della  Voce. A Iramo un saluto affettuoso.

1 COMMENTO