Calcio a 5 – A Pescara il Kaos scivola con l’Acqua&Sapone (3-1)

Pescara Il Kaos mette paura alla corazzata Acqua&Sapone, ma alla fine deve arrendersi e chiude senza il botto questo indimenticabile 2019.
La sfida parte in salita per il Mantova. Sono passati appena 28 secondi quando Nicolodi anticipa Ricordi con l’esterno mancino e si inventa un pallonetto che si insacca all’incrocio beffando Dimas e Parrel accorsi sulla linea di porta. Colpito a freddo, il Kaos reagisce subito: bella triangolazione Parrel-Di Guida-Poletto con tacco del pivot e palla di poco a lato. L’Acqua&Sapone gioca bene e Ricordi ci deve mettere una pezza in un paio di occasioni. Il Mantova sbanda, capitan Leleco allora prova a fare tutto da solo, ma va a sbattere su Mammarella, portierone della nazionale. Milella chiama time out, ma alla ripresa del gioco la squadra di casa raddoppia: Jonas arma il destro e la palla, leggermente deviata, si infila sotto la traversa con Ricordi stavolta sorpreso. Cresce il Kaos nel finale di tempo. Ci prova Leleco, ex di turno, con un sinistro al volo: Mammarella vola. E’ fuori il sinistro a giro di Poletto; e anche la puntata mancina di Parrel. Dimas vince un rimpallo, Murilo lo stende e prende il giallo: lo schema su punizione libera il destro dello stesso Dimas, ma tra i pali dell’Acqua&Sapone Mammarella è in vena di miracoli. Si va così al riposo sul 2-0.
Il Kaos riparte forte nella ripresa e trova subito il gol che riapre il match. Lo segna Leleco, che batte di sinistro al volo e infilza Mammarella spiazzato da una leggera deviazione. La gara si accende e vola anche qualche colpo proibito. L’Acqua&Sapone si carica di falli, ma quando riparte fa sempre paura: Ricordi ci mette la faccia, nel vero senso della parola, e tiene in partita il Mantova. Che spreca con Parrel, motorino inesauribile a dispetto dei suoi 35 anni, l’occasione del pareggio a due passi dalla porta. Le squadre tirano il fiato prima del rush finale. I locali reclamano un penalty su Nicolodi e sulla ripartenza Di Guida centra un palo clamoroso. Il Kaos tenta gli ultimi assalti con il portiere di movimento. Mammarella salva su Dimas a 1’ dalla sirena. E sul destro rimpallato di Leleco si esauriscono le speranze dei biancorossi, anche perchè, proprio sulla sirena, Murilo azzecca il tiro della domenica e firma il definitivo 3-1.