Basket A2 – Pompea, sogno play off. Ghersetti: “Dobbiamo battere Forlì”

Ghersetti

Mantova Conquistata da tempo la salvezza matematica, la Pompea prova ad allungare la sua stagione con i play off. Dopo le sconfitte con Cento e Montegranaro, che hanno fermato l’incedere di Vencato e compagni, serve la vittoria con Forlì domani sera alla Grana Padano Arena. Con i due punti la Pompea potrebbe già festeggiare l’accesso ai play off, prima dell’ultima giornata della regular season. Terminare fra le prime nove formazioni della classifica sarebbe la ciliegina sulla torta che metterebbe a tacere i più scettici di inizio stagione. Conferenza stampa pre partita con l’ala-centro Mario Ghersetti e coach Alessandro Finelli con la squadra concentrata sull’impegno di domani alle 18. «Abbiamo cercato subito – commenta Ghersetti – di lasciarci alle spalle la sconfitta di Montegranaro. La gara con Forlì è importantissima e ci teniamo a vincere perché se lo meritano lo staff, i dirigenti, gli sponsor e i tifosi. Ma soprattutto noi giocatori, dopo l’obiettivo salvezza raggiunto, e sappiamo l’importanza delle due partite finali. Ci stiamo impegnando molto per arrivare a centrare il secondo obiettivo. Con Forlì mi aspetto una gara dura perché ha un roster molto buono, ma conosciamo anche il nostro potenziale e come più volte abbiamo dimostrato possiamo giocarcela con tutte le squadre. Sarà una gara molto tosta. Andremo in campo per dare il 110%. Abbiamo parlato dopo la sconfitta di domenica cercando di correggere qualcosa perché vogliamo tornare ad essere quella squadra che a Montegranaro non si è vista. Lancio un appello ai nostri tifosi. Li aspettiamo a sostenerci come hanno fatto durante il campionato, ma domani ancora più numerosi. Per ringraziarli e far vedere come anche noi teniamo a loro. Con Montegranaro bene due quarti ma poi tanti errori in attacco e in difesa e ci hanno punito. Si riparte dalla difesa su cui abbiamo lavorato in settimana. Vogliamo lasciare tutto in campo e si parte proprio da lì». Coach Finelli invita i tifosi alla Grana Padano Arena: «Voglio un ambiente caldo, visto che ci avviciniamo alla conclusione di un percorso importante. Dopo la salvezza ecco l’ultimo match in casa. In caso di vittoria sarebbe vicina la possibilità di allungare la stagione. Ci sono iniziative per agevolare il pubblico e stiamo facendo di tutto per creare l’ambiente di cui la squadra ha bisogno. Per continuare a sognare dando tutto. Attenzione a Forlì con Diliegro, l’ex Giachetti e americani di spessore come Lawson e Johnson. Morse è in recupero. Serve quella fiducia che è mancata quando non ci sono venuti alcuni canestri con Montegranaro. Dopo il meno 15 non ci abbiamo più creduto. Quella fiducia che Veideman deve recuperare nelle piccole cose, e da lui mi aspetto una gara da guerriero».
Sergio Martini

2 COMMENTI