Sparatoria a Suzzara, interrogati in carcere i due aggressori

Sono rinchiusi nella Vallette a Torino

SUZZARA  Anche se fino alla tarda serata non erano state diramate notizie ufficiali dovrebbe essersi tenuto ieri l’interrogatorio di garanzia a Torino per i due dominicani fermati dopo il tentato omicidio del connazionale a Suzzara. Il giudice per le indagini preliminari deciderà quindi solo all’esito del colloquio nella casa circondariale delle vallette se disporre la misura cautelare in carcere o adottare un altro provvedimento. Dopo di che tutta la documentazione sarà trasmessa per competenza alla procura di Mantova. I due connazionali del giovane ferito, il 24enne Marcos Adonis Rosa Jemenez, pregiudicati anche loro come la stessa vittima dell’agguato, sono Cornelio Tiburcio Abreu, 22 anni e Fernando Adames Deivi, 32 anni, entrambi con residenza a Desenzano ma di fatto dimoranti a Terni, come il ferito. Subito dopo il fatto, avvenuto sotto il condominio al civico 1 del piazzale della stazione ferroviaria di Suzzara, i due si erano dati alla fuga a bordo di una monovolume Bmw guidata da un complice. Avevano cercato di far perdere le tracce ma grazie alle ricerche diramate dai carabinieri del comando provinciale di Mantova in tutta Italia, la loro fuga era durata lo spazio di appena 24 ore.

3 COMMENTI