Calcio Eccellenza – Perani: “Quanta sfortuna, ma il Castiglione c’è”

Giancarlo Perani, vicepresidente del Castiglione
Giancarlo Perani, vicepresidente del Castiglione

CASTIGLIONE Orgoglioso per la prestazione, deluso per il ko immeritato dei rossoblù: il vicepresidente  Giancarlo Perani commenta la prima uscita del Castiglione, sconfitto di misura nel finale a Mazzano col Ciliverghe: «Abbiamo giocato bene, non meritavamo di perdere – dice -, è stata una bella partita contro un’ottima squadra, tra quelle accreditate per la vittoria finale. Purtroppo gli episodi hanno fatto la differenza. La prestazione comunque mi è piaciuta: i ragazzi venivano da 20 giorni di allenamenti, non è poi tantissimo. Quindi significa che hanno lavorato bene». «Il nostro obiettivo resta quello di giocarcela con tutti, senza avere l’assillo di vincere il girone – prosegue Perani -. Alcune compagini hanno investito molto puntando dichiaratamente alla serie D. Noi abbiamo voluto ripartire per dare opportunità di giocare ai nostri ragazzi, per sancire un nuovo inizio che speriamo possa essere definitivo nel prossimo campionato. In questi mesi abbiamo potenziato le strutture, ci auguriamo che questo torneo sia il primo passo per un ritorno al calcio come lo conosciamo». Magari con i tifosi sugli spalti. Un pensiero anche per capitan Fantoni, che ha sbagliato un calcio di rigore decisivo per il possibile 1-1: «Spiace per lui, perché ci teneva molto a rientrare in campo il prima possibile: tutti ci siamo prodigati per fargli svolgere gli esami nei tempi. Non si deve abbattere, è un grande giocatore: i rigori li hanno sbagliati i più grandi di questo sport come Baresi e Baggio, sono sicuro che si riscatterà. Domenica si è trovato davanti un portiere che le ha prese tutte».
Meglio pensare alla prossima gara, sarà la prima “Lusetti”: «Il Castegnato? Avversario duro, ma abbiamo dimostrato di esserci. Il calcio si gioca sempre 11 contro 11, saremo un osso duro per tutti. I ragazzi si faranno trovare prontissimi, ne sono certo».