Disperso in montagna: trovato senza vita 25enne di Asola

Escursionisti mantovani: due morti e quattro tratti in salvo

Michael Costa

MANTOVA Due morti e quattro salvati. E’ il pesantissimo bilancio del week end di Pasqua durante il quale due escursionisti mantovani hanno perso la vita, mentre altri quattro fortunatamente sono stati tratti in salvo dal soccorso alpino. Poco fa i soccorritori del Cnsas – V Delegazione Bresciana con il Sagf – Soccorso alpino Guardia di Finanza e i gruppi di Protezione civile della Provincia di Brescia hanno individuato il corpo senza vita di Michael Costa, 25enne di Asola attualmente residente a Piadena. A darne notizia è una nota del Sasl (Soccorso Alpino e Speleologico Lombardo). Il giovane era partito da casa sabato scorso per fare un’escursione sul Monte Guglielmo, nel Bresciano. Le sue ulitme tracce risalivano alle 15.30 di sabato, quando aveva posta alcune foto del sentiero che stava percorrendo sui suoi profili social. L’allarme era scattato sabato sera. le ricerche sono andate avanti per circa 40 ore, fino al tragico epilogo di poco fa. Sempre sabato a Caprino Veronese sul Monte Baldo, aveva invece perso la vita Stefano Lipreri, 56enne di Curtatone, precipitato per circa 25 metri durante un volo in parapendio. L’uomo sarebbe rimasto vittima di una sorta di vuoto d’aria. E’ invece finita bene la disavventira di quattro giovanissimi di Roncoferraro che nella giornata di Pasqua si erano smarriti lungo un sentiero nella nella Valle del Vanoi in Trentino. I quattro, fra i 19 e i 20 anni, erano partiti da un Bed & Breakfast diretti a una malga, ma si erano trovati prima su un sentiero coperto dalla neve e quindi dai detriti delle piante divelte dal maltempo dello scorso ottobre. Giunti alla malga a tarda ora erano comunque risuciti a lanciare l’allarme per essere poi tratti in salvo dagli uomini del Soccorso Alpino Trentino.

2 COMMENTI