Sanzionatio 15 studenti senza mascherina

L'arrivo degli agenti della Polizia al passante
L'arrivo degli agenti della Polizia al passante

MANTOVA Dopo l’avvertimento è arrivato il giro di vite e con esso le multe. Gli agenti della Polizia locale hanno eseguito dei controlli sul rispetto delle norme anti-Covid tra gli studenti degli istituti superiori di Mantova e in particolare alla fermata del passante di viale Risorgimento oltre che alla stazione ferroviaria e alle vie del centro. Il bilancio finale è di 15 giovani sanzionati, 11 dei quali minorenni, mentre gli altri 4 sono poco più che maggiorenni. Otto di questi sono stati sorpresi “a volto scoperto” al passante di viale Risorgimento, un altro in piazza Marconi e i restanti sei lungo le vie limitrofe agli istituti scolastici. Tre di questi sono stati sanzionati poco prima di entrare in classe, mentre gli altri sono stati beccati alle 13, orario della fine delle lezioni. Per una studentessa maggiorenne inoltre scatterà la denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale. La sanzione prevista per il mancato uso della mascherina è di 400 euro ridotti a 280 se la multa viene pagata entro cinque giorni. «Nei giorni scorsi abbiamo fatto attività di informazione presso i vari istituti scolastici cittadini – spiega il comandante della Polizia locale  Paolo Perantoni -; ora a fronte anche della situazione tutt’altro che rosea maturata in questi ultimi giorni, abbiamo deciso di passare alla “fase-2”, ovvero quella delle sanzioni. La nostra è un’azione – conclude Perantoni – mirata alla tutela della salute di tutti, compresi anche coloro che rifiutano o più semplicemente dimenticano di indossare la mascherina, e che sarà ripetuta». L’ordinanza regionale sulle restrizioni scade lunedì 19, ma già nel pomeriggio di ieri sono arrivate nuove limitazioni. La sensazione che si vada verso un nuovo lockdown si fa sempre più netta.