Basket A2 – Pompea, nell’ultimo test con Tezenis fatali gli ultimi 5 minuti

Maspero
Maspero

Mantova Finale incredibile alla GP Arena nell’ultima amichevole del precampionato della Pompea. Avversario di turno Verona, affrontata di recente e battuta in Supercoppa, ma che questa volta beffa gli Stings all’ultimo (80-85). La formazione di Finelli conduce per gran parte della partita e a 5’ dalla sirena finale sembra fatta. Il canestro di Raspino fissa il punteggio sull’80-78, dopo che si è sbloccato nel terzo quarto con 10 punti. Nella prima metà del match grande equilibrio, con il 23-23 dopo il primo quarto e il canestro del vantaggio della Pompea sulla sirena di metà incontro. Solo in un paio di circostanze, ma a stretto contatto con gli avversari, i biancorossi vanno sotto. Il break decisivo sembra quello dell’inizio del quarto quarto: la Pompea allunga sul +12 (78-66) con Ferrara a bersaglio (ottima la sua prova) con due canestri, poi Ghersetti, Clarke e ancora Maspero. Solo Rosselli per Verona non pare arrendersi. Un paio di errori e un canestro mancato di Lawson, che avrebbe dato la vittoria ai locali, invece fanno girare l’esito finale della partita. Il parziale conclusivo di 17-0 negli ultimi 5 minuti di Verona fa capire l’occasione persa. Coach Finelli: «Nel finale ci è mancata l’energia e abbiamo commesso qualche errore di troppo. Mi auguro ci serva da lezione. Non deve succedere dopo 35’ con buona intensità difensiva e con 80 punti a 5’ dalla sirena. Serve continuità di gioco per tutta la gara».

Pompea-Verona 80-85 (23-23, 23-21, 16-14, 16-27)

29 COMMENTI