Calcio Serie D – Masiello: “Mantova, chiudere bene l’anno. A giorni il nuovo socio”

Ettore Masiello
Ettore Masiello

Mantova Non c’è che dire: la domenica perfetta di Alfonsine ha avuto un effetto corroborante sull’umore di casa Mantova. Il 3-0 ai ravennati, la contemporanea sconfitta del Fiorenzuola, il vantaggio in classifica che si è allungato a +6 e il titolo d’inverno conquistato con due turni d’anticipo sulla chiusura del girone d’andata. Due turni che metteranno il Mantova di fronte ad altrettante squadre bresciane: domani il Ciliverghe in casa; e il 22 a Breno (match che si giocherà a porte chiuse su disposizione del giudice sportivo).
Il presidente biancorosso  Ettore Masiello è concentrato sul Ciliverghe. «L’abbiamo già affrontato in Coppa Italia – ricorda – e non finì bene (4-3 per i bresciani,  ndr). Per questo la prima cosa da fare è ricordarsi di quella partita. La seconda è non farsi ingannare dalla classifica, che vede il Ciliverghe penultimo. Bisogna sempre stare sul pezzo, come giustamente mister  Brando insegna durante la settimana. Abbiamo l’opportunità di giungere al giro di boa con almeno 6 punti di margine sulla seconda. Siamo padroni del nostro destino. È un’opportunità che la squadra si è guadagnata tirando la carretta da agosto e restando imbattuta per 15 partite. Uno score di tutto rilievo». Il Mantova visto ad Alfonsine è piaciuto a Masiello: «Nonostante le pessime condizioni del campo – dice – ho visto una squadra aggressiva e concentrata. Ora però dobbiamo tornare a vincere al Martelli». Già, non succede dal 3-2 al Mezzolara, correva il 3 novembre. Poi sono venuti i pareggi con Fiorenzuola e Correggese. «Le previsioni meteo sono buone – riprende Masiello – , dunque speriamo che vengano in tanti allo stadio. Anche perchè la partita casalinga successiva sarà tra un mese (il 12 gennaio contro la Sammaurese,  ndr), dunque quella di domani sarà l’occasione per salutare i tifosi nel migliore dei modi».
In settimana è stato presentato il difensore  Dellafiore, secondo rinforzo di mercato dopo il centrocampista  Landri. «Siamo soddisfatti di queste due operazioni, che rinforzano l’organico. Non dimenticherei il recupero di  Minincleri, che ormai è pronto a rientrare in prima squadra e può essere considerato a tutti gli effetti un nuovo acquisto. Se mi permettete, voglio ringraziare anche  Marani e  Mascari, che non fanno più parte del Mantova ma che non hanno mai fatto mancare il loro contributo in questi mesi. Siamo coperti in tutti i ruoli ma, come ho detto nei giorni scorsi, non lasceremo nulla d’intentato: il ds  Righi tiene occhi e orecchie bene aperti nel caso si presentasse un’occasione. Vale sia per il mercato dei dilettanti che si chiuderà il 23, che per quello dei professionisti che aprirà a gennaio».
Infine, le ultime sulla società. Mentre si attende l’ingresso ufficiale del nuovo socio (di minoranza ma – si dice – tutt’altro che marginale), Masiello conferma di essere entrato nel capitale: «Ho acquisito il 2% delle quote. Su tutto il resto portate un po’ di pazienza: entro fine anno saprete tutto».

1 COMMENTO