Gonzaga – Altri 265mila euro per la ricostruzione post-sisma

Elisabetta Galeotti
Elisabetta Galeotti

Gonzaga I soldi derivanti dal contenzioso sulla farmacia comunale saranno investite in opere di ricostruzione post-sisma: il consiglio comunale di Gonzaga ha approvato (con il voto favorevole della sola maggioranza la variazione di assestamento) generale al bilancio 2019/2021 che recepisce l’acquisizione delle risorse derivanti dalla controversia legale per l’inosservanza, nel 2011, della prima aggiudicazione definitiva della farmacia comunale, che il Comune ha vinto in sede d’appello presso la Corte di Brescia.
L’amministrazione incasserà 420mila euro, di cui 100mila euro saranno utilizzati per l’estinzione anticipata di mutui e 265mila per finanziare la progettazione esecutiva delle opere di complemento della ricostruzione post sisma in capo al Comune: si tratta, in particolare, delle progettazioni relative alla riqualificazione di via Bondeno degli Arduini a Bondeno, dell’ex macello e del magazzino comunale – per il quale è stato inoltre richiesto il trasferimento – di Palazzo Ferri e dell’arco davanti alle scuole medie.
A queste opere si aggiungono la seconda tranche di lavori per il maggiore adeguamento sismico del teatro comunale e dell’ex convento di Santa Maria, e gli interventi di sistemazione degli alloggi popolari di Bondeno, che nel frattempo la Soprintendenza ha autorizzato. Le risorse restanti saranno impiegate per le manutenzioni straordinarie del verde, delle strade e degli immobili comunali, e per l’adeguamento dei software in uso all’amministrazione comunale. Le altre voci che compongono la variazione di bilancio fanno riferimento ai 15mila euro che il Comune si è aggiudicato con il Bando Europeo Wifi4EU per dotare di WiFi libero alcuni punti strategici del territorio, ai 10.680,00 euro acquisiti con Bando Regionale per l’acquisto di arredi e attrezzature sportive destinati ai nuovi spogliatoi del campo sportivo, e ai 70mila euro assegnati ai Comuni con il Decreto Crescita.

L’amministrazione comunale ha inoltre richiesto a Regione Lombardia l’anticipazione delle risorse necessarie agli interventi post sisma presso villa Galvana e le ex scuole elementari di Gonzaga, in carico alla struttura commissariale. Sul punto relativo alla variazione di bilancio, il gruppo di minoranza Gonzagattiva si è astenuto. È stato invece votato all’unanimità il punto relativo alla variazione al PGT funzionale ai lavori di riqualificazione, ampliamento dei magazzini e creazione di uno spaccio aziendale presso la Latteria agricola Venera Vecchia. Approvazione unanime anche per l’acquisto, da parte dell’amministrazione comunale, di un immobile in disuso che sarà destinato alla demolizione a Bondeno, per consentire la riqualificazione dell’incrocio tra via Quagliotta e via Bondeno degli Arduini.

3 COMMENTI