La strada rischia di cedere: lavori in centro ad Acquanegra

ACQUANEGRA  – L’esecutivo del sindaco Monica De Pieri ha approvato l’intervento tecnico per la sistemazione del dissesto delle infrastrutture comunali legato a fenomeni erosivi di vicolo Ceresa, per un importo di spesa di poco più di 95mila euro.
L’area interessata dal dissesto si trova in una zona urbanizzata del comune, in prossimità dell’incrocio tra via Brunelli e vicolo Ceresa. In questa zona si sono manifestati negli anni fenomeni di forte erosione del manto stradale con cedimenti strutturali dell’impalcato superiore di un tratto di canale tombato che scorre sotto vicolo Ceresa. Tale tratto di canale interrato non è accessibile per le periodiche ispezioni poiché privo di pozzetti d’ispezione e quindi anche le operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria non sono possibili. Negli anni si sono verificati, inoltre, fenomeni erosivi che hanno generato il dissesto del manto stradale: in alcune zone si sono create anche delle importanti zone depresse molto pericolose per la sicurezza della popolazione.
Il progetto redatto dall’ufficio tecnico comunale prevede la messa in sicurezza di un tombinamento realizzato circa quarant’anni fa per regolarizzare un piccolo corso d’acqua affluente della Seriola Acquanegra. L’intervento prevede, poi, la demolizione dei tratti più logori e insicuri del tratto tombato in cui scorrono alcuni tratti della viabilità interna comunale, ovvero via Brunelli e vicolo Ceresa. Il tombinamento verrà ristabilito con la posa di prefabbricati in calcestruzzo di cemento armato e saranno realizzati almeno un accesso ispezionabile per la manutenzione ordinaria e un secondo accesso per consentire le pulizie periodiche del tratto tombato con mezzi specializzati.
Per il finanziamento dell’opera il Comune farà ricorso al contributo della Regione nell’ambito degli interventi previsti per le opere di difesa del suolo e di regimazione idraulica. L’eventuale spesa eccedente sarà finanziata con mezzi propri del comune.

Paolo Zordan

37 COMMENTI