Su Indecast e Pfas ancora scontro in consiglio comunale

    Il Pd: dalla maggioranza accuse strumentali

    CATIGLIONE DELLE STIVIERE Sulla questione Indecast lo scontro tra maggioranza e opposizione in consiglio comunale a Castiglione resta ancora alto: l’ultima occasione di diverbio è arrivata durante la discussione sul bilancio di previsione nel corso della quale il gruppo consiliare del Pd – guidato da  Graziella Gennai – ha respinto le critiche fatte alla gestione di  Ilario Gavioli, affermando che «la vicenda dei PFAS nel 2017 ha travolto Indecast non poteva essere prevista e nonsi può incolpare il Presidente Gavioli delle pesanti ripercussioni economiche subite dall’azienda. Queste accuse sono infondate e hanno il solo scopo di far apparire migliore chi sta governando ora. Anzi, al contrario, grazie all’accurata gestione industriale ed economica degli anni 2012/2017 Indecast ha potuto, nel 2018 incassare il colpo delle pesanti perdite economiche subite e rimettersi in piedi». A supporto delle loro affermazioni, gli esponenti dem portano alcune dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’attuale presidente di Indecast, Franco Nodari che, spiegano i consiglieri del Pd «ha affermato che ilbilancio del 2018 “è positivo, che leentrate compensano bene le uscite e che l’impianto dei bottini acquisisce ogni giorno un nuovo cliente”».
    Una polemica dunque destinata a rinfocolarsi ad ogni successivo appuntamento consiliare? Gli esponenti del Pd non sembrano intenzionati a riaccendere la questione ribadendo che, comunque, la gestione Gavioli aveva previsto un risanamento dei conti che avrebbe dato i suoi frutti non nell’immediato ma nel medio periodo.