Calcio D – Mantova, forfait di Silvestro. Per il Villa ancora tanti dubbi

silv
Silvestro

MANTOVA La settimana di lavoro dei biancorossi continua a ritmo serrato. Ieri doppia seduta per i ragazzi di mister  Morgia. Il Mantova, dopo la battuta d’arresto nel big match di Como, dovrà cercare di ritornare alla vittoria, a partire dalla gara casalinga di domenica con il Villa d’Almè, per rimanere ancorato alla scia del Como, che ha un match tutt’altro che semplice con il Legnago. Già dal viaggio di ritorno da Como, è iniziata l’operazione riscatto. Dalle parole di Righi e Morgia, si è passati a lavorare sul campo per tornare “morgiani”. In primis a partire dal modulo. Domenica verrà riproposto il 4-3-3 classico. Potrebbero cambiare alcuni degli interpreti, maggiormente impiegati nelle ultime uscite.  Silvestro ieri non si è allenato ed è rimasto a “Casa Mantova” bloccato dall’influenza. Lo staff medico ieri è sembrato piuttosto pessimista su un suo possibile recupero in vista della gara di domenica con gli orobici.
Sul fronte offensivo peserà l’assenza di  Ferri Marini. L’attaccante biancorosso è rimasto a riposo anche nella giornata di ieri. Il problema alla caviglia persiste, ma da viale Te fanno sapere che la situazione sta migliorando. Due assenze che però non sembrano preoccupare il tecnico virgiliano. Ieri sono iniziate le prove generali, con la classica partitella in famiglia contro la Juniores (vedi articolo a lato). Nonostante le assenze, il Mantova non cambierà pelle: squadra improntata all’attacco, che cercherà di chiudere la pratica orobica, già nella prima parte di gara.
Per quanto riguarda l’11 titolare, ad oggi si possono fare solo delle previsioni. Morgia potrebbe avere ancora dei dubbi. Silvestro è una quota e va rimpiazzato. Al suo posto dovrebbe giocare  Galazzini, una delle note positive, nella gara di Como. Sempre in difesa, situazione da monitorare per  Baniya, che ieri si è fermato nel primo tempo della partitella per un problema al ginocchio, che però non preoccupa. A centrocampo, la sostanza di  Cuffa e  Giacinti, abbinata alle qualità di  Minincleri. Per quanto riguarda il trio offensivo,  Alma sembra essere il candidato principale per sostituire Ferri Marini. Ma anche qui non sono da escludere altre soluzioni. Una di queste potrebbe essere  Yeboah.
Insomma, nella testa di Morgia, ancora dei dubbi che andranno sciolti in queste ore. Le alternative non mancano, ma ciò che più conta è l’approccio alla gara, che di sicuro sarà differente, rispetto a quello visto a Como. La verve e la determinazione viste negli allenamenti in questi giorni fanno comunque ben sperare.

3 COMMENTI